https://www.youtube.com/watch?v=HnVLIfceMtg

lunedì 17 febbraio 2014

IL VOMITO DA WEB




Nell'era del cinguettio breve e sintetico, diciamolo, i blog  in generale con i loro testi  densi e ricchi   hanno perso molto del loro  fascino. 
Ma non è per questo che lo sto trascurando. 
Ho, cari lettori affezionati e  non troppo cari altri che mi spiano, ho, dicevo,  altri impegni che mi prendono.
Uno di questi impegni è il progetto di far diventare questo blog un libro con tanto di copertina  significativa.
Ve la mostrerò in anteprima al più presto.
Per questo motivo sono  stata presa in questi giorni ad analizzare i testi del mio blog. A stralciarli, a revisionarli, a modificarli e  persino  a cancellarli e boh.. 
Non potete immaginare come li ho trovati desueti,  confusi, un po'  fuori tempo.
Soprattutto quelli in cui parlo di amore che, come si sa, è un sentimento labile e dalle mille facce.
Forse duemila.
Ed ho perduto proprio quelle duemila facce. 
O forse sono io che mi sono persa, ma alla fine il risultato è lo stesso. 
I miei scritti mi appaiono distanti ed un poco forestieri.
 Per questo sono impegnatissima e modificarli. A renderli più sintetici. 
Ennio Flaiano diceva che l'esercizio di un buon scrittore era quello di riuscire a condensare il proprio pensiero in una  sola parola: insomma lui  era una specie di aspirante  scrittore  twitter.
Impegnata ad intervenire sui miei vecchi post non ho pensieri che da insegnante bisbetica e pignola : trovo errori su errori e si sa, chi critica non ha più l'animo predisposto per creare. 
Un altro impegno a dir poco ostico ed anche un po' seccante  è stato quello di individuare chi stava diffamandomi attraverso internet facendosi  forte della protezione dello schermo. 
Ingenuo colui che lo ha fatto perchè si sa, ora col PC siamo ancora più rintracciabili  di quanto non  saremmo  se viaggiassimo con un cartellino appeso al collo con nome e cognome ed indirizzo IP. 
Avete letto bene: qualcheduno  ha   passato  del tempo a denigrare una cittadina che non ricopriva alcun ruolo politico che potesse giustificare risentimento o rabbia tali da giungere all'insulto. 
Anche perchè un conto è una critica argomentata ed un altro un guazzabuglio di attacchi personali senza fondamento  versati  alla rinfusa nello spazio web come si trattasse di una discarica a cielo aperto anche se di cristalli liquidi. 
Perchè lo ha fatto? i motivi li ho ben raccontati in questi anni nel mio blog e se avete voglia di conoscerli comprate il mio libro.





Nessun commento: