https://www.youtube.com/watch?v=HnVLIfceMtg

lunedì 22 ottobre 2018

IL MARE E LE ONDE DISORDINATE


Queste due foto  le scattammo insieme. 
In Calabria il mare era sempre agitato. 
qUANDO TUO FRATELLO MI HA CEDUTO GLI  ALBUM E' STATO PER ME  COME RITROVARTI.  
hO PROVATO uNA GIOIA COLPEVOLE, UN DOLORE DISPERATO.  
mI PAREVA DI SENTIRTI: " 
"NON MI SCIUPARE I MIEI CATALOGHI !"
 eRA LA CONFERMA CHE ERI MORTO.  
eRI COSI' ORDINATO, TESORO! 
mE LI AVRESTI MAI DATI? 


venerdì 19 ottobre 2018

E SO BENE CHE NON CI SARAI



 E so bene che non ci sarai 
Non ci sarai nella strada 
Non nel mormorio che sgorga di  notte
dai pali che la illuminano
neppure nel gesto di scegliere il menù 
o nel sorriso che alleggerisce il " tutto completo" delle sotterranee
nei libri prestati 
e nell'arrivederci a domani 






giovedì 18 ottobre 2018

L'AMORE TI VIENE A CERCARE


Il tempo è corto.  
 Non è mai sufficiente per fare ciò che devo. 
 Il tempo è pieno di suoni inutili e sempre assordanti. 
 c'è un vociare continuo nei negozi, nel bar, dalle finestre delle abitazioni.
 Sembra che le persone non possano fare a meno di parlare.  
Se devo mescolarmi ai  rumori piego la schiena come fossi  sorpresa  da un violento  temporale di grandine e vento. 
O  da una sferzata di frusta sulla schiena .
Per  evitare  tutto questo, la mattina, mi sveglio alle 6.00 ed esco di casa con il mio cane.
E’ l’unico momento in cui la città  è muta. 
Sobria. 
Rispettosa. 
Il silenzio è fatto solo dello scalpiccio morbido e sottile delle zampine di Greg.
In Alessandria non vado quasi mai. 
E’ la tua città ed attraversarla è uno strazio. 
Le strade , le panchine , i quartieri stessi mi respingono, sono intrisi dei racconti che ci appartenevano.   
Ho percorso per anni queste strade per cercarti e, persino, per far finta di incontrarti casualmente.  
Le strade dei bisticci, dei baci, infine dei racconti dell’uno e dell’altra. Degli abbracci fraterni. Delle lacrime.  
Queste  nostre strade ora  sono  indifferenti, crudeli e senza memoria.
Le strade , i giardini, le case. Non ci appartengono più . 
Avevamo una biografia  comune ed ora rimane solo una città inospitale.
L’amore ci era venuto a cercare e noi, stolti, lo avevamo scambiato per un familiare un po' bislacco.   
Era altro, ma non lo sapremo mai.

mercoledì 17 ottobre 2018

UNA GIORNATA PARTICOLARE


Il tempo è un inganno. 
Non esiste.
Siamo qui, ma il pensiero è in quella giornata particolare . 
Avevo una gioia inconsapevole. 
Avevo la percezione dell'eternità, 
Il tempo è furbo. 
Credi di spenderlo facendo azioni precise,  spostandoti da luoghi, salutando persone. 
Invece è lui che si muove, ma questo non è per te un grosso vantaggio. 
Ti ritrovi senza speranze. Senza forze. E' una vita che non sembra tua. 
La tua era divertente. 
Da qualche tempo mi cammini a fianco e tra noi non ci sono più le baruffe che caratterizzavano i nostri incontri. 
Ci sono solo  i tuoi sorrisi e i tuoi  scherzi simpatici. Ci sono le mie smorfie e le mie carezze. Come stiamo bene insieme! 
Il tempo non esiste.