giovedì 16 giugno 2011

CUOR DI LEONE E L'ARDORE

Cuor Di Leone vuole emulare  i leggendari pionieri del Far West:, non tanto nelle loro gloriose gesta , ma nel loro spirito  di  inguaribili predoni e saccheggiatori di territori. 
Questi arrivavano in una vasta  prateria e cominciavano a piantare i paletti per un raggio di molti chilometri e poi dicevano:    
 "Questa è di mia proprietà"
Bon. 
Cuor di Leone  uguale. E' arrivato , ha piantato i paletti ed ha deciso che tutto ciò che ne era racchiuso dentro faceva parte del suo servizio con buona pace di chi gliel'ha permesso.
Ossia l'amministrazione di centro sinistra, quei furboni che tutto sapevano e tutto prevedevano. O quasi tutto. 
Così ci hanno lasciato in eredità un cow boy da strapazzo che ansima per avere visibilità e  autorevolezza, con niente da proporre se non delle rivendicazioni di proprietà  di spazi che lui stesso s'è aggiudicato.
E poi non se  ne può più di questa sua  spudorata necessità d'esserci, di dire qualcosa, di comandare senza che sia giustificata da un'idea, un progetto, una pianificazione di attività intelligente. Si contorce su se stesso  quasi per spremersi  come limone agro e secco per far affiorare un qualcosa che lo metta in luce.. Niente. Non succede mai che ne esca qualche succo utile.  Immagino la sua sofferenza. Perchè non sa che l'intelligenza è naturale e non può coltivarla se non ne ha il seme. Lui il seme l'ha piantato nella sabbia e per quanti sforzi faccia non fiorisce nulla.  Lui soffre, ma sbaglia perchè ( e questo lo scrivo essenzialmente per lui, perchè alla fine trovi  la pace necessaria per vivere senza rompere la minchia così) non sono queste le cose della vita a cui dobbiamo tendere. E te lo dico a ragion veduta. Ti spiego. 
Prendi me. Ok?
Io sono brava. Sì,. sì, io sono bravissima. Senza sforzo alcuno dalle mie cellule grigie affiorano continuamente e a fiotti, tante idee, pensieri luminosi, improvvise  creazioni straordinarie.  Basta che ponga un minimo di concentrazione  su una questione ed ecco che si trasmuta il mondo intorno a me in una grande favola bella di cose e persone che si muovono quasi da sole , che si costruiscono e si completano naturalmente.  Le idee, a me, cadono tra le braccia , non ho che da raccoglierle dopo averle viste zampillare  dalla mia mente, sorgente inesauribile.  E' una dote, non c'è nulla da fare. Tu sei stupido e per quanto ti sforzerai questo è ciò che sarai in grado di produrre:  stupidità. 
Ma anche se sono brava , se sono intelligente, questo non mi  appaga. Questo non mi acquieta. Voglio ben altro. C'è bisogno d'altro nella vita: io voglio sentire. Sì, sì io non voglio capire, non voglio progettare ,non voglio mettere in bell'ordine le questioni e trovare una eccellente soluzione, la migliore che ci sia, quella che permetterà di procedere con atti risolutivi e positivi. No, io voglio sentire.  Voglio sentire. Sentire all'improvviso, una  vibrazione del cuore che chiama e stringe  a se' ogni respiro, che muove il sangue e palpita  vorticosamente nella pelle come  l'unica sensazione di vita che permette la vita. E se qualcuno, entrando nella stanza, genera  in me un sentire profondo e ingiustificato con un respiro, un gesto, un sospiro. allora dico che è per questo che siamo qua , solo per questo e che , privati del sogno,  intanto lasciamo correre l'ingegno quale orfano  inconsolabile  dell'ardore.

6 commenti:

Diego ha detto...

sempre più profonda antonella
grazie di scrivere ed esistere

Anonimo ha detto...

si, brava! bravissima! sei pronta per fare la valletta di Minzolini e Belpietro!

Gillipixel ha detto...

Anto, la parte finale di questo tuo scritto un'impennata estetica pura...

Bacini ammirati :-)

Anonimo ha detto...

Bravissima, ma perchè continui a chiamarlo cuor di leone se lui scrive col sangue degli altri. per me è piuttosto uno schifoso sbavante vampiro dai canini cariati

Anonimo ha detto...

Ma insomma basta! Non è bello vantarsi così, non è bello per niente. Tu soffri di un inguaribile, esagerato, imbarazzante complesso di superiorità! Ma, in realtà, cosa produci? Quali sono 'sti progetti meravigliosi, 'ste creazioni, 'ste idee luminose? Il programma del mese di Valenza eventi? Minchia che sforzo! Quelle locandine del cazzo per la fiera del bunpat, la corsa delle mini moto o la fiera della tagliatella? bella roba! il sito di Valenza Eventi, aggiornato al 2010? Ti farei passare un mesetto in una delle tante PMI della provincia, dove si lavora davvero, si chiacchiera di meno attorno a quello che fanno o non fanno gli altri, dove si deve rendere conto ogni giorno di ciò che si è PRODOTTO, risultati alla mano.
Falla finita con le tue stronzate, Anto. Scusa, ma hai proprio rotto il cazzo. Più di uno, credo.
E adesso, dopo che l'hai letto, togli pure questo post.

Antonella ha detto...

Tesoro, Il sito valenzaeventi è traslocato nel sito istituzionale ed è aggiornatissimo La fera del Bunpat non l'ho organizzata io, ma i commercianti. Le tagliatelle le sai, no? chi le fa. Se vuoi venire e vedere i miei progetti, tesoro, passa da me, quello che è stato possiobile realizzarlo , in base alle risorse si fa. altre cose se me li finanzi tu, grazie.
Come ho già detto in un post. il successo deve essere associato alla quantità di risorse impiegate.Per i giovani , a Maggio abbiamo speso una cifra ridicola portando in strada un migliaoo di ragazzi . la notte rosa ha avuto più di un migliaio di visitatori con appena 3.000,00 di spese. Tortaona ne aveva spese 10.000,00 con molti meno visitatori. Il progetto sui giovani e da noi, vieni