mercoledì 24 novembre 2010

MOBBING: UN FENOMENO IN CRESCITA


RIPORTO UN ARTICOLO DI OGGI:

Con il termine " Mobbing" si indica uan serie di comportamenti violenti (abusi psicologici, angherie, vessazioni, emarginazione, umiliazioni, maldicenze, illazioni) perpetrati da parte di superiori e/o colleghi nei confronti di un lavoratore, prolungato nel tempo e lesivo della dignità personale e professionale nonchè della salute psicofisica dello stesso .

La Commissione europea ha introdotto alcune misure per garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori.

La direttiva 89/391 del Consiglio del 1989 contiene le disposizioni di base per la salute e la sicurezza sul lavoro ed attribuisce ai datori la responsabilità di garantire che i lavoratori dipendenti non soffrano danni per colpa del lavoro, anche come conseguenza del mobbing. Tutti gli Stati membri hanno recepito questa direttiva nel loro ordinamento ed alcuni hanno anche e hanno anche elaborato delle guide sulla prevenzione del mobbing.


Nella scelta tra procedimento penale e/o civile ( causa di lavoro, risarcimento del danno biologico) preferite dapprima il procedimento civile ( causa di lavoro, risarcimento per lesioni personali). La durata di una causa di lavoro è lunga: anche in caso di vittoria di primo grado aspettatevi da parte dell'azienda un ricorso in appello.

Il lavoratore, per ottenere il risarcimento da mobbing, deve dimostrare il collegamento della malattia con una pluralità di comportamenti che si inseriscono in una precisa strategioa persecutoria posta in essere dal datore di lavoro al fine di isolare psicologicamente e fisicamente il lavoratore ( danno mobbing) Il mobbing può manifestarsi tramite rimproveri continui anche su banalità , sottrazione di incarichi di lavoro, o inversamente un carico di lavoro eccessivo che non permetta al dipendente la possibilità di portarlo a termine. ( è capitato che un datore di lavoro faceva ri - scrivere 50 volte una stessa lettera e tutte le volte correggendone una parte)

La persecuzione è stata messa in pratica da colleghi della vittima , in questi termini è stata riconosciuta in Cassazione nel 2005.

E' opportuno che la vittima abbia a propria disposizione una documentazione che attesti il disagio. ( Consiglio: scrivete tutti i giorni cosa vi dice o vi fa chi vi sta praticando il mobbing)

E cercatevi un buon avvocato del sindacato o di vostra fiducia.

( tratto liberamente da un articolo di Olimpia Criscuolo)

6 commenti:

nickgabri48 ha detto...

Siamo sicuri che da parte dei sindacalisti e delle stesse segreterie sindacali pur sapendo che ci sono degli atti discriminatori verbalmente e rilevanti anche negli atti iscritti in violazione del D.P.R. nr 445/2000 e del dlg. 626/94 e del dlg 165/2001 e smi. che davanti ad ricorsi di opposizioni in conconzanza con sindacato e avvocato nominato dallo stesso segretario sindacale nella relazseione delle menorie giuriridica presentata al giudice "non vengono riportate dal sindacato e dal legale ".

Antonella ha detto...

non capisco cosa vuoi dire. OGNI PROCESSO DI MOBBING HA IL SUO PERCORSO INDIVIDUALE. TI RIFERISCI A QUALCOSA?

Anonimo ha detto...

Si in quanto non e stato integrato nella relazione davanti al Giudice del Lavoro il ricorso di impugnazione dei licenziamenti presso la Direzione provinciale del Lavoro nel ricorso in quanto dall'Amministrazione Ente Locale di /B...) di appartenenza non a dato atto alla conciliazione, per quanto risaputo dall' avvocato incaricato dalla segreteria della CGIL-FP.tale ricorso in quanto non riportato da loro nelle memorie difensive non puo essere presentato nel procedimento di valutazione sel Giudice ma di aprire un altro contenzioso cosa di rilevanza anomala ai fini dei riconoscimento parte di azioni mobizzanti. 2) In quanto Preso anche il Leggittimo ricorso per causa di servizio presso il Medico legale OH Militare che anche in questa fase da parte della Segreteria della CGIL-FP. non interviene a far si che vengano depositati documenti di IDONIETA^ al lavoro. e cosa ritenuta normale....

Antonella ha detto...

Non sei chiaro/a . Il mobbing come ti ho detto è una cosa le cause per licenziamento sono un'altra.
sE VUOI, puoi raccontarmi tramite email il fatto.

Anonimo ha detto...

... ecco, vedi? Ti stanno prendendo per il culo e non te ne accorgi nemmeno.

Antonella ha detto...

Ok, aspetto la tua email, se vuoi davvero parlarne.