lunedì 15 novembre 2010

MILANO, IN FONDO A SINISTRA


Così c'è ancora chi sfida la pioggia, la nebbia e il cielo plumbeo perchè crede nelle primarie del Partito Democratico

A queste primarie vi è stato un afflusso di 67.500 persone, un po' meno rispetto alle primarie del 2006 quando avevano votato 86.000 persone. Ma la cosa che dovrebbe far pensare il partito democratico è il fatto che, da quando ci sono le primarie, difficilmente vince un rappresentante del partito democratico, ma spesso, se non sempre, un rappresentante dell'estrema sinistra. Questo significherà qualcosa?

La confusione nasce con la fusione. Tra due storie tanto diverse da risultare evidentemente non assimilabili. Ricordate le "convergenze parallele" di Aldo Moro? Convergenti sì, ma sempre parallele: mai unite in un'unica linea retta. I piccoli chimici dei Ds e del Pp, eredi dei grandi partiti PCI e DC hanno sbagliato i propri conti. Il problema è che non se ne sono ancora accorti oppure non vogliono ammetterlo.

Il guaio è che il Partito democratico si ostina a volersi identificare con un centro DOVE non ci sono i suoi elettori e dove questi non si riconoscono affatto. Ma loro: niente. Volevano stare in centro, a costo di perdere voti. Ed infatti l'hanno persi, i voti. Molti. Adesso che il centro è stato occupato dal gruppo FiniCasiniRutelli dove diavolo si metterà il Partito democratico? Il " Sopra" è già occupato da Grillo: non c'è proprio più scampo: l'unico posto libero è in fondo a sinistra, ma bisogna lavarsi le mani, prima, come nelle toilette dei grandi alberghi.

5 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Carissima, concordo al 100% con te. Aggiungerò che volevo fare un post analogo altuo, forse ora sarebbe superfluo...

Antonella ha detto...

wowww!! Ho emulato il maestro!!!!!

ViViCaselle ha detto...

Se continui a scrivere cosi vai a finire che prendi il posto di Bersani

Antonella ha detto...

Grazie Ben e dell'immagine che mi dici? Bella eh...

Phivos Nicolaides ha detto...

Molto buon testo. Mi piace il tuo blog mio caro amico. Baci, Philippos