venerdì 11 giugno 2010

LA BELLA VITA E' PIU' BELLA DELLA VITA

Siamo qui quasi con il timore atteso che qualcosa o qualcuno giunga all'improvviso a sconvolgere l'equilibrio sonnacchioso che ci definisce. Eppure , in cuor nostro, sentiamo che tutto questo mondo in qualche modo organizzato non è che una costruzione per - versa della nostra mente e aneliamo alla sua distruzione per vedere insomma, cosa c'è al di là di questo. Che venga dunque il pensiero nuovo e che mi forgi e mi trascini verso una destabilizzazione inevitabile e seducente! Ma è in me, solo in me , questo richiamo che spinge ma allontana, che scuote ma trattiene.E' in me ciò che io sola posso annunciare, ciò di cui io sola possa essere immersa e nutrita. . Insomma. basta . all'improvviso vestita di tutto punto , innocente perchè convenzionale, seria e quindi autorevole. ecco che penso ad altro mentre tu davanti a me racconti storie che dovrebbero essere di mia competenza. Oh, mi dico, basta. Non ho più bisogno di mostrare fin dove posso essere capace di giungere con le mia capacità logistiche. C'è altro. Non vedi? In piedi io sorrido : non sono più la stessa, ora: ho altre pretese , ho altre seduzioni, all'improvviso rivolgo il mio sguardo alle mie voglie maligne. Di cosa stiamo discutendo? Ho nostalgia di fremere delle immagini , dei sorrisi, dei gesti dei sospiri. Non vado oltre il respiro che mi accompagna. E' il suono nostalgico di ciò che pare ineluttabile : il mio perdermi nell'apparenza che rimandi senza altro significato che il volto inedito del desiderio.

3 commenti:

Brigante ha detto...

Era ora!

Garganta Profunda ha detto...

UMM SIEMPRE BELLA.. TE DESO MUCHO

rosy ha detto...

CARA ANTONELLA, UNA ROSA E AUGURI DA CASERTA BACIONE CIAO