martedì 2 marzo 2010

ELEZIONI DI VALENZA: ELETTORE, MON AMOUR

Il periodo più bello per il cittadino medio è il periodo che precede una consultazione elettorale.
Coloro che si presentano per aspirare ad un ruolo di comando nella pubblica amministrazione riscoprono improvvisamente quell'oscuro oggetto di desiderio che è l'elettore e quindi il cittadino che si aggira per la città senza poter schivare l'abbraccio ostinato e sensuale del candidato di turno.
Anche chi , fino a ieri a causa della sua irrilevanza sociale veniva ignorato, rigettato, allontanato, diventa infine degno di attenzione, di merito, di stima e perchè no? di lusinga. Il voto di un plebeo, ebbene sì , vale quanto un voto di un patrizio, dunque che suonino le trombe e si aprano i cancelli per l'accoglienza!
E' un bel periodo, davvero bello, ma dura poco: solo fino ad avvenute elezioni ed allora ritorneremo probabilmente ai vecchi sistemi: poca informazione e fatta male, tirannide malcelata e così via.
Ma godiamoci questo periodo: saltelliamo per le vie come fossimo i signori di qualche castello medioevale e gustiamoci i sorrisi e le promesse che ci vengono fatte. Con prudenza, signori, con prudenza..e teniamo gli occhi nella palla: la città. Oh yes, la città. Il seguito a breve.....topolini miei...

2 commenti:

sara ha detto...

Ciao Antonbella,
complimenti per il tuoi blog,
i topolini suonatori sono meravigliosi.

Antonella ha detto...

Ciao Sara! hai visto che carini? Sembrano omini