sabato 9 gennaio 2010

VIAGGIO IN CAMPER : TOSCANA E RITORNO

Il camper è pronto. c'è solo da decidere dove andare


Mai dimenticare il PC portatile


Toscana: prima tappa Marina di Grosseto



Al bar di Saturnia dopo il bagno


Ci prepariamo il giaciglio in camper

Andiamo a visitare un piccolo paesino in mezzo alla campagna Toscana
troviamo un villaggio restato intatto come nei primi del 900.

Si chiama USI. E' un sobborgo costituito da case rurali senza luce elettrica tutte di proprietà di tedeschi ed inglesi
( mica scemi)

E' un posto suggestivo.In inverno è deserto.
Ma la natura è rigogliosa ed ancora verde

In Piemonte è un po' diverso il paesaggio:



la mia casa

7 commenti:

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Deve essere stata un'esperienza fuori dal comune! Che invidia....;P
Anche a me piacerebe moltissimo viaggiare in camper all'avventura...entrare in contatto con quei luoghi quasi surreali, come il piccolo villaggio nella campagna toscana senza elettricità, che ti permettono di staccare, entrare in comunione con le bellezze della natura e con se stessi!
Ero comunque passata per augurarti una bella serata!
A presto...

Lila ha detto...

Che bello! in camper! Noi l'avevamo quando ero piccola ed abbiamo fatto un paio di tour dell'Italia. Mi piaceva moltissimo, e qualche volta spero che riuscirò un giorno a rifare l'esperienza. Per ora mi accontento della tenda, quando vado in giro, ma ovviamente non è proprio adatta alla stagione.
Ben tornata e grazie del giro virtuale!

ombresenzalucesenzaombre ha detto...

Certo che c'è ne hai di spirito e curiosità. Apprezzo molto chi ama viaggiare, per il puro spostamento, ma anche per conoscere città e culture, per contemplare la natura. A me scappa la voglia di un camminamento in mezzo a monti e boscaglie, da solo, per rigenerarmi, e ricaricarmi di vita.

Antonella ha detto...

@Claudia: grazie Claudia di essere passata a salutarmi! Viaggiare in camper è sicuramente una esperienza diversa dal viaggiare ceh ho fatto sinora. Devi sempre darti da fare, una specie di pioniere insomma.

Antonella ha detto...

@Lila: sì ormai viaggio solo in camper. L'impegno è quello di trovare l'acqua e cose simili, ma la gioia di essere sempre nella possibilità di spostarsi ti da un senso di libertà consolante.

Antonella ha detto...

@Ombresenzaluce senzaombre: personalmente ho bisogno di spostarmi : mi sembra di dover cercare qualcosa e che potrei trovarlo solo nel viaggio. E' un viaggio anche diciamo metafisico oltre che un movimento

Malumore ha detto...

non hai un pc ma una centrale nucleare giapponese!!! ;P