venerdì 30 ottobre 2009

IL DEMONE SOTTO LA PELLE

Ti odio, te l'ho detto? Da tanto tempo ti odio. Da quando hai tras - ferito le tue pulsioni sotto spesse coltri di tessuto scuro.
Hai bandito le parole ed i gesti che ti avevano generata come fiore nuovo e vergine.
Hai ubbidito agli ordini della città che ti abitava e ti sei vestita di costumi ordinari e vuoti. Sei tutta elegante e ti vedo camminare per la strada con le spalle dritte e la voce tuonante. T'ho visto davanti alla scuola che chiacchieravi sorda ai miei richiami , alle mie suppliche. Eri avvolta da una lunga mantella beige e profumata di Chanel .
Tu hai soffocato il mio grido ed hai continuato a sorridere ed ad assentire.
Perchè non vuoi ricordare d'essere stata tutt'uno con la pelle chiara e nuda ? d'essere stata natura e sole nelle giornate estive? Hai rinunciato a mostrarmi perchè non hai la forza di difendermi, hai voluto rinnegarmi per evitare di combattere. Ma io mi nutro sotto pelle di ogni tuo fremito e sopravviverò al silenzio che opprime te e la gente che ti sta attorno.
Non durerà a lungo la quiete polverosa di questo sentiero. Molto presto una nuova turbolenza genererà un vortice miracoloso che spazzolerà la strada di tutti i relitti di cui il mondo s'è riempito.
Sarà un nuovo mondo . Talmente nuovo da non fare notizia.

6 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Guarderò avanti con gli occhi dei tuoi occhi e vedrò ciò che vorrei sognare.

achab ha detto...

Grandioso scritto il tuo,lo sento molto dentro di me,bello il finale del nuovo mondo,buona serata Antonella.
Un bacio.

Vittoria A. ha detto...

Ciao Antonella, mi hai portata lontano col tuo scritto e mi hai messa anche in contatto con dei ricordi e dei dolori del passato, delle cose che cerco di non ricordre, come se mi illudessi che la mia vita sia iniziata a vent'anni e prima non ci sia stato mai nulla. Non so perche' mi ha fatto questo effetto, forse la descrizione della "mantella e del profumo, dell'indifferenza" mi ha riportanto di colpo indietro. E ' bene che io ricordi, e' la cosa piu' giusta che possa fare. Grazie quini per aver dato inizio a questa corrente di pensieri essenziali.
Ti abbraccio forte!

Antonella ha detto...

Vittoria, Mi dispiace! cavolo. Come vorrei esserti più vicina per sapere. Ma ti bacio con tanto affetto. Qualsiasi cosa sia stata, qualsiasi cosa sia io sento che ti ha fatto essere la donna cara che sei.

Antonella ha detto...

Maurizio, eh maurizio i tuoi sogni spesso assomigliano ai miei.

Antonella ha detto...

Achab, grazie detto da un poeta vale ancora di più.