sabato 26 settembre 2009

UN LAVORO REDDITIZIO ED UN LAVORO DI MERDA

La serata si è svolta esattamente così: Alle cinque del pomeriggio telefona il mio ex marito che ha la febbre alta e il vomito. Si sente sempre peggio. E' un po' spaventato e decidiamo di andare al Pronto Soccorso. L'infermiera, all'accettazione, gli fa le domande di rito e ci mettiamo pazientamente in attesa del nostro turno. Le ore passano e non succede nulla. Alle sette e mezza comincio a smaniare dico: " Vado .. magari poi torno ancora. " Lui dice: " Vai ..vai tanto c'è da aspettare"

Esco fuori con sollievo. l'aria dentro il pronto soccorso era tanto sfittica che mi pareva di soffocare. A casa mangio, ma sono in apprensione pensando di aver lasciato lui in quel posto orribile. Allora mi alzo dalla tavola. Preparo due panini, prendo un succo di frutta , una mela. Metto tutto in un sacco , salgo in macchina e parto in direzione: ospedale di Alessandria. Dopo mezz'ora sono lì di nuovo. Lo faccio mangiare. Poi vado a lamentarmi con l'infermiera. Lei dice: " Ok, da giallo lo faccio diventare verde" Non so bene che significa, ma voglio assolutamente compiacerla. Dico: " Mio marito ha la febbre non riesce a stare in piedi" Lo definisco marito perchè è più sbrigativo in certi casi. Inutile fare la storia della propria vita. Lei lo fa distendere in una barella. " Beato lui!" Penso. sono stanchissima di stare lì, in sala d'attesa. Continuo ad uscire all'esterno, nel grande viale davanti all'ospedale. L'aria per la strana legge del contrabbasso è leggera e dolcissima . Io passeggio tra le panchine gustandomi il vento tiepido e mite di queste ultime serate estive. La città pare quasi accogliente con i suoi fanali luccicanti ed il silenzio calmo della strada. Mentre me ne sto lì pacifica, mi si avvicina un tipo molto distinto che subito mi rivolge la parola con modi gentili. Mi dice: " Stai cercando lav
oro? ? Posso piazzarti una delle mie case con altre due ragazze." Non capisco tutto al volo, tranne la domanda che siccome mi è chiara all'istante la faccio subito mia. Rispondo a questa quasi istintivamente:" No, non cerco lavoro"
Lui insiste caloroso: " Avrei proprio bisogno, ti pagherei molto bene. "
Dico meccanicamente" Grazie, ho già un lavoro. "
Dopo queste mia risposta il tipo si allontana salutandomi cordialmente. Per un attimo ho quasi creduto che la nostra fosse davvero una conversazione su argomenti di carattere professionale". Avrei voluto dirgli: "Dammi il tempo di valutare la cosa". Ma era già andato via. E il biglietto da visita?
Eppure mi vedevo quasi nella casa e dire: ""Ok, adesso mi firmi un modulo in base al D.Lgs 196/03 in cui sei a conoscenza che i tuoi dati trattati non saranno divulgati"
Rientro al pronto soccorso mentre era finalmente giunto il turno del mio ex marito. Subito lo mettono in isolamento. Dice il medico: " Per via dell'influenza dei maiali" Mi dico: " belle misure di sicurezza... Dalle cinque avrebbe potuto impestare tutta la sala di attesa"
Per fortuna , poi non era quell'influenza lì. Ma io ho perso l'occasione di un lavoro redditizio. Mica di merda.

21 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Eh, ma è solo colpa tua :-D

Vittoria A. ha detto...

Ciao Antonella! Caspita non faccio a tempo ad assentarmi un giorno che hai gia' scritto due post, sei velocissima! Te lo ripeto sempre, sei una gran donna! Per il lavoro, vuol dire che non era destino! :D
Un abbraccio forte! :D

Maila ha detto...

Non ho capito qual'era il lavoro di merda....

Maurone ha detto...

Beh.... a guardare la cosa da una certa distanza è stata la controprova che tua sia una donna di grande fascino... comunque mi dà.. non sò trovare subito la parola.. fastidio? No troppo poco.. disgusto? Uhmm... ancora non ci siamo... rabbia? beh.. mi sto avvicinando, diciamo che sta storia che un uomo avvicini una donna con l'intenzione di sfruttarla sessualmente è una cosa che francamente io non riesco ad accettare... non è così che dovrebbero vivere le persone... non è possibile svilire in questo modo la dignità umana, ed anche fare l'amore, o anche il semplice, legittimo, passionevole, spensierato, divertente... sesso.

Sei stata molto premurosa con l'uomo che ha avuto l'onore di esser stato tuo marito, è stato piacevole leggerlo...

Paolo ha detto...

Mia Afrodite
La Mamma degli imbecilli è sempre in cinta!
Una Tecnica di abbordaggio...molto esplicita...si perchè ci sarebbe stata la prova...se l'avvicinata avesse manifestato interesse...magari per gioco.
Un magnaccia se non ti conosce difficilmente va a dire in giro il lavoro che fa, potevi essere un tutore dell'ordine in borghese...
propenderei per tentativo di approccio mal riuscito ;-)

Antonè
Quando hai tempo leggi, per favore, l'ultimo post
http://paolo-falconi-lavoro.blogspot.com/2009/09/il-resto-della-tela-di-sara.html

Buona giornata
da Paolo :-))

Paolo ha detto...

Mia Afrodite
La Mamma degli imbecilli è sempre in cinta!
Una Tecnica di abbordaggio...molto esplicita...si perchè ci sarebbe stata la prova...se l'avvicinata avesse manifestato interesse...magari per gioco.
Un magnaccia se non ti conosce difficilmente va a dire in giro il lavoro che fa, potevi essere un tutore dell'ordine in borghese...
propenderei per tentativo di approccio mal riuscito ;-)

Antonè
Quando hai tempo leggi, per favore, l'ultimo post
http://paolo-falconi-lavoro.blogspot.com/2009/09/il-resto-della-tela-di-sara.html

Buona giornata
da Paolo :-))

Michele ha detto...

un uomo che fa proposte del genere a una donna appena vista, scusami, e' un pirla!

ciao
Michele pianetatempolibero

Antonella ha detto...

Vincenzo; è che mi ha preso alla sprovvista se no... ci riflettevo meglio.

Antonella ha detto...

Vittoria, sei sempre in giro!!! Chissà.. magari era l'uomo del mio destino... lavorativo...

Antonella ha detto...

Maila, ma il mio no?

Antonella ha detto...

Mauro caro, io non mi sorprendo. gli uomini dicono di tutto in strada ( ma anche come anonimo su fb e sui blog) Un abbraccio.

Antonella ha detto...

Paolo, come uno della polizia era troppo vestito bene, non hanno tutti quei soldi neppure per i costumi di scena. Ma non lo saprò mai... a meno che non torni sul luogo del delitto... chissà....

Antonella ha detto...

Michele, vero? ma il bisogno di lavorare... è secondo me tra i primi posti tra i bisogni della gente. Molti ne approfittano.

Paolo ha detto...

No Antonè "il potevi" è riferito a Te... Tu potevi essere un tutore dell'ordine...lui non poteva saperlo...

Al di la del post...mi premeva dirti che Sei una gran Bella Persona, e non mi riferisco solo al Tuo Fisico...

Una Buona e Serena Domenica

Antonella ha detto...

Ah Pa' ....me possono scambià pe' na mignotta ma pe' na poliziotta nooooooo!!!!Baci

Antonella ha detto...

E nessuno dice niente sul fatto che l'isolamento lo hanno praticato dopo sei ore?

Antonella ha detto...

E nessuno dice niente sul fatto che l'isolamento lo hanno praticato dopo sei ore?

Ormoled ha detto...

Se è solo un lavoro temo che sarà sempre di merda. Se fosse che uno potrebbe fare qualcosa di cui ha passione allora è un'altra cosa.
Ciao

Paolo ha detto...

Antonè ...
se proprio
Matta :-)))

Paolo ha detto...

Però hai raggione... abbiamo posto l'attenzione al dito e non alla luna... che volevi mostrarci!!
siamo stati poco attenti...al vero problema!

Lila ha detto...

te la dico io qualcosa sulla storia dell'isolamento praticato dopo sei ore? è raccappricciante, se ci si pensa. Benchè probabilmente la storia dell'AH1N1 o come si chiama sia un po' montata per vendere farmaci e vaccini, tuttavia è indubbio che si stia diffondendo velocemente... econ una certa facilità perchè arrivata in un momento in cui abitualmente non siamo appestati dall'influenza ma solo da qualche primo raffreddore.

Pronto soccorso è anche prima prevenzione, in questi casi. Come in tutte le eventualità di contagi per via aerea.

Ancora una volta insomma, come accade spesso nel nostro paese, ci (anzi VI) ha detto bene!