giovedì 17 settembre 2009

TERREMOTO ABRUZZO: GLI SCHIAMAZZI E L'IMPEGNO


L'Italia è un paese, per la sua conformazione geologica , più soggetto ai disastri naturali. E' vero che, essendo così vulnerabile ai terremoti sarebbe stata necessaria una politica di prevenzione e di tutela che non c'è mai stata. Di fatto nè i governi di centro sinistra, nè i governi di centro destra in tutti questi anni si sono occupati di approvare Leggi che stabilissero le norme per la costruzione di edifici antisismici. ( Andreotti? Prodi? Craxi? D'Alema? Berlusconi? )

Nel 1994 la mia terra è stata colpita da una disastrosa alluvione. Ricordo perfettamente come le vie ed i paesi fossero sommersi dalle acque ed i cittadini sopra i tetti nel terrore più completo in attesa di essere posti in salvo. Ricordo le catene di volontari con badili e stivali lungo le strade e poi i pullmann che li trasportavano da una zona ad un altra per aiutare e soccorrere gli alluvionati.

In questo periodo ho letto soprattutto un blog , Miss Kappa, che non fa altro che gridare al lupo al lupo per la mancanza di aiuti, di interventi, di interesse da parte del Presidente del Consiglio Berlusconi. Chiunque mostri una pur minima contrapposizione all'esposizione dei fatti descritti nel suo blog, viene tacciato di Berlusconismo e di totalitarismo. E' vero che ognuno nel suo blog può scrivere le minchiate che vuole ma è anche vero che la gente non è tutta ritronata. Io non voglio dare giudizi sull'atteggiamento di questa donna , che tra l'altro mi è anche simpatica , è molto sanguigna e passionale ed io amo le donne così. Ma sono andata da lei ed ho scritto un commento. Da quel momento e solo da quel momento lei ha inserito la moderazione nei commenti ed ha cancellato il mio commento. Sono un po' costretta a replicarlo.

Sono dispiaciuta rilevare come nel suo blog ci sia spazio solo per il lamento incessante e l'odio per chi non la pensa come lei. Si continuano a lanciare invettive contro Berlusconi , come fosse il deus ex machina e padrone dell'Italia intera.

Ma non è così: la nostra democrazia ha radici profonde. Protetta e tutelata da Leggi che ne garantiscono l'esistenza. Certamente Berlusconi ha passato il tempo del suo mandato a cercare di intaccare le sue strutture profonde, ma non è così semplice poichè l'apparato democratico è composto da diversi livelli costituiti dalle Regioni, dalle Provincie, dai Comuni, dalle Associazioni, dalle forze sindacali che operano intersecando i loro servizi in una collaborazione ormai talmente consolidata che rappresenta il motore della nostra organizzazione democratica e liberale.

Le Regioni hanno istituito già da diversi anni il settore delle calamità naturali ed hanno istituito Leggi che prevedono i criteri e le modalità per la concessione dei benefici ai soggetti privati danneggiati dagli eventi calamitosi. In questi uffici lavorano persone competenti che sono tecnici, ingegneri, architetti, segretari amministrativi, Dirigenti, assessori e quant'altro. Tant'è che proprio in Abruzzo, si deve alla Provincia di Trento la consegna delle prime "casette" ai terremotati.

I servizi pubblici operano in sinergia con altri servizi pubblici, con personale non politicizzato che sa fare il suo lavoro e si impegna per portarlo a termine nel migliore dei modi. Nel Friuli le prime case furono consegnate più o meno nello stesso periodo ed alla stessa distanza di tempo di quelle consegnate in Abruzzo. Sicuramente un problema così complesso merita maggiore risorse e maggiore dispendi di energie e di uomini, ( sicuramente accadranno disguidi, operazioni sbagliate, succede quando c'è tanto da lavorare) ma trascorrere il tempo con schiamazzi continui su ciò che che voglio e che non ottengo non è affatto funzionale. La ricostruzione prevede molto tempo. Chi, come Anna del Blog MISS KAPPA, che ha le risorse economiche per non solo affittarsi un appartamento, ma quasi comprarlo oppure per un soggiorno in albergo (suo marito è medico e, considerando che un medico può avere un massimo di 1500 assistiti e che l'ASL versa per ogni assistito dagli € 80 ai 40 quindi per un importo mensile che va da € 5.000,00 a € 6000,00 quanto percepisce un pensionato in un anno, sentire le sue lamentele che distolgono l'attenzione su chi ha veramente bisogno mi inquieta e mi indispone). Ho invitato Anna quindi a smettere di scrivere. Di occupare il tempo invece in altro modo (ricordo che nel periodo nell'alluvione non riuscivo neppure a lavarmi la faccia altro che scrivere sul pc).

Ho fiducia nelle Istituzioni. In Piemonte la ricostruzione è stata lenta, ma senza troppi schiamazzi abbiamo lavorato, atteso, ricostruito. Dopo circa 18 mesi sono giunti i finanziamenti . Molte case sono state ricostruite, le strade riparate. Ci vuole pazienza, tempo, impegno. Le conseguenze di 50 anni di cattivo governo (destra e sinistra oh yeah) prevedono un impegno continuo e competente da parte degli enti pubblici e delle associazioni. Lasciate il tempo e la tranquillità necessaria per poterlo fare. Basta schiamazzi e gridolini di vecchie e benestanti signore annoiate.

54 commenti:

modesty ha detto...

apprezzo sempre se qualcuno cerca di scrivere in maniera "equilibrata" - perchè io non lo so essere. sono intollerante di carattere e questo mi impedisce molto spesso di vedere le ragioni altrui.
questa facenda dell'Aquila non fa differenza.
ho avuto una pasqua in tema. con gente che mai avevo visto prima a casa mia a mangiare, dormire, piangere, ridere e disperarsi.
sto dalla loro parte. senza condizioni. e credo solo a quello che mi dicono loro.
non per partito preso. ma perchè li ho potuto guardare negli occhi.
tutti gli altri che scrivono e raccontano del terremoto no.

love, mod

Antonella ha detto...

Chi ha vissuto una calamità può ben capire che non è con gli schiamazzi che si raggiungono risultati, ma discernendo la necessità dal lamento puro e semplice, le cose da fare dalla mania di protagonismo. Proprio per chi sta dalla parte di chi ha subito una situazione disastrosa è necessario operare in senso obiettivo e funzionale.
Bacio grande.

Brigante ha detto...

Ai terremotati serve aiuto non isterismo. Bel Post.

Anonimo ha detto...

il testo te l'ha scritto il portavoce di Berlusconi?

UIFPW08 ha detto...

Prima o poi ci lascera questo tempo e il funerale lo faremo in mare, solo per pochi.

da "Memorie del tempo che passa"

Andrea ha detto...

Allora è vero che se uno scrive qualcosa di diverso viene etichettato come Berlusconista!!O Berlusconiano? Che noia, però!

Bruno ha detto...

io frequento il blog di Anna misskappa e ho letto molti post (non tutti) e in molti ho commentato e condiviso su facebook.....
non sono d'accordo su cio' che hai scritto....vedi, ho vissuto con te l'alluvione di quel periodo ma nessuno è arrivato con l'arroganza e la prepotenza dicendo qui e la si farà cosi, costruiamo una town ..una nuova città o sbaglio? sono passati anni e non ricordo bene. Cio' che anna sta tentando di urlare ai sordi è che la situazione non è come descritta dai media e dal nostro fantastico governo, il migliore degli ultimi 150 anni. A me non interessa se suo marito è medico e puo' percipere un buon stipendio, a me non interessa se anna ha le possibilità di comprarsi un alloggio e fra tutti i problemi trova il tempo di scrivere sul PC....la cosa che mi fa incazzare è questo maledetto governo costruito su spot pubblicitari, su falsità e menzonie, su pagliacciate che ci hanno ridicolizzato in tutto il mondo. Che necessità c'era l'altra sera di imporsi a livello nazionale per far vedere la consegna di una casa, alla fine (come descritto da anna) le case finite era una sola. Ma i media non hanno detto nulla. Che necessità c'era di fare tre ore di slogan spargendo merda a destra e manca? quale capo di governo ha queti poteri mediatici? allora se c'è qualcuno che tenta di gridare che forse non è proprio tutto come vogliono farci credere BEN VENGA e all'abruzzo ti associo piu' o meno in ordine: monnezza di napoli, alitalia, social card, termovalorizzatore di acerra, decreti sicurezza, lodo alfano, inchieste mills, mignottame vario (ma questo non mi tocca). FRa i molti commenti lasciati ad anna tanti sono anonimi e tanti la attaccano in modo violento pero' mi sembra che siano tutti o quasi pubblicati. Comunque, per concludere, come noi in alessandria abbiamo vissuto i nostri drammi e abbiamo capito le cose vivendole ed essendoci dentro, in ugual modo bisogna considerare l'urlo suo. Da 700km non possiamo giudicare un operato visto in TV o letto su giornali. Io a questo tipo di informazione sono anni che non credo piu'. Senza rancore se il mio pensiero è diverso dal tuo, ciao a presto.

Antonella ha detto...

Chi attacca senza argomentazioni, vedi Bruno, Anna li lascia volentieri, ma ti assicuro che il mio commento è stato cancellato perchè avevo contenuti precisi e oggettivi. Comprendo cosa vuoi dire su questo governo. Non l'ho votato e non condivido le sue posizioni. Ma, come dicevo, la nostra democrazia è stata istituita in modo che vi fossere poteri decentrati e quindi più livelli di gestione. Per il resto , sulla stampa, sui giornalisti sono ferfettamente d'accordo con te. Il discorso econimoco non è un discorso da poco. Chi ha la possibilità di poter trovare una casa e non lo fa rallenta il lavoro e soprattutto toglie a chi ha veramente bisogno . Anche da noi è capitato questo.

Antonella ha detto...

@Maurizio, tu sei sempre così oggettivo.

Erre54 ha detto...

miss kappa mi ha dato quasi della deficnte perchè la mia idea era un po diversa dalla sua.
grazie per questo blog.posso mettere il link da miss kappa?
Erre

Antonella ha detto...

Erre54, ti avevo letto non eri stata affatto aggressiva, ma ti è saltata addosso come per lesa maestà. Metti ciò che vuoi.

Antonella ha detto...

Erre, puoi provare a metterlo, ma da quando ho fatto il mio commento ha messo la moderazione e quindi pubblica solo ciò che le aggrada.

Antonella ha detto...

Modesty, volevo dirti ancora una cosa: i terremotati non son o un'entità unica: sono costituiti da persone di ogni genere. Ci sono quelli che strillano, quelli che soffrono in silenzio. Quellli che non parlano e non chiedonno. Per questo chi si occupa della ricostruzione non deve essere condizionato dalle parole, ma operare nel disastro oggettivo e ponderare e valutare chi ha diritto, chi ha la precedenza cosa ha bisogno e wuindi non chi strilla più forte e che maledice il cielo, ma se l'intervento deve avere un valore funzionale deve agire di testa non di pancia.. E' quello che molti tentano di fare: andare alla pancia del cittadino, prenderlo per la commozione, farlo impietosire così per avere il loro piccolo momento di visibilità e di potere ( anche commuovere e istigare la gente è un segno di potere. Misero potere , però.) Ma tu Modesty, fai bene a ragionare di pancia perchè non sei un operatore ed allora ti comprendo.

diego ha detto...

DOMANI SERA PIZZA A VALENZA

Antonella ha detto...

Dieguccio, non sei in tema. Ti consiglio " Il Principe"

Silvio ha detto...

Una piccola considerazione su questo interessante dibattito. Nella deprimente situazione italiana sembra quasi che nessuno più possa permettersi di "parlar male di Garibaldi". Per una persona, pur "terremotata", che sbraita e aggredisce, ce ne sono sicuramente migliaia che decorosamente, in silenzio, operano per modificare la proria situazione senza sparare a mitraglia su tutto ciò che si muove. Troppi guardano ormai il dito (forse neanche un'unghia) e figurarsi se vedono anche il più piccolo satellite o pianeta. Si risponde ormai alle critiche solo con insulti e vituperi: il talk show televisivo, lo schiamazzo incomprensibile ci sta circondando. Tempo fa si parlava di "ecologia della mente", nel frattempo si potrebbe cominciare con l'ecologia del linguaggio.

Ormoled ha detto...

Io del terremoto non so nulla se non per letto da terzi, che si tratti di giornali o blog. Se come dici tu Miss Kappa grida al lupo al lupo, è anche vero che l'informazione fa esattamente il contrario, anzi fa vedere solo qullo che viene fatto. Presumo a questo punto che la verità sia nel mezzo. Probabilmente se la tv facesse vedere il buono e il cattivo della situazione anche certi blogger sarebbero più moderati. Ad ogni modo io non condivido la moderazione dei commenti se non quando c'è l'assenza totale del rispetto, e non mi sembra sia stato il tuo caso. Una cosa non ho capito se le case all'abruzzo le ha date il trentino perchè la bella figura l'hanno fatta Bertolaso e Berlusconi? Questa è una cosa molto italiana che succede anche nel più piccolo comune e mi da molto fastidio.
ciao

Antonella ha detto...

@Ormoled: Chi mi legge conosce bene la mia posizione nei riguardi del governo, ma sul fatto che sia andato proprio Berlusconi ufficialmente a consegnare le chiavi è diciamo un fatto di norma. Berlusconi ( votato a maggioranza) rappresenta il presidente del Consiglio e Il presidente del Consigliob rappresenta lo Stato. Egli rappresenta l'Istituzione e solo per questo nelle occasioni in cui rappresenta questo merita il dovuto rispetto. Rispetto non a lui, in quanto Silvio Berlusconi, ma in quanto presidente. Chi lavora per lo Stato, noi operatori siamo servi dello Stato. Per quanto mi riguarda io sono contanta di prestare servizio alla comunità e sono contenta quando il Sindaco se ne prende il merito perchè il Sindaco rapppresenta i cittadini.Lo so pare un discorso strano, ma solo in quest'ottica di onore e rispetto allo Stato possiamo sentirci ed operare per una stessa forza che è la nostra Nazione.

modesty ha detto...

antonella, ecco, hai detto bene io parlo solo per me stessa. altrimenti mi candidavo in politica.
:-) non sopraviverei 1 giorno in quel mondo - dove sicuramente ci stanno anche quelli in gamba, ma che io non sono abbatsanza intelligente da distinguere da quelli marci. e nel dubbio....bè, non mi fido di nessuno.

guarda che io davvero ammiro le persone che non perdono di vista mai il vero succo della questione.
a me non riesce quasi mai - troppa è l'emozione di vedere le cose.

le persone che sono state con noi non strillavano contro questo o quel personaggio. erano grati per qualunque aiuto.

non è questione di politica.

Antonella ha detto...

Infatti, modesty, per queste persone non ha importanza chi si occupa di una cosa. E spesso non sanno precisamente chi si dovrebbe occupare di un servizio ed allora se la prendono con uno invece che con un altro. Oppure a volte non sono informati, o vengono irretiti a scopo demagogico contro questo o contro quel personaggio. Per questo Bisogna parlare il meno possibile, lavorare, vedere qiuale servizio è competente per un territorio, quale Legge si interessa della gestione di una procedura. Urlare è inutile ed anzi, a volte, fuorviante. Si getta nel panico della gente, altre vanno in confusione, altri ancora perdono le speranze.
Mi è capitato di sentire le urla di alcuni cittadini riguardo allo spreco d'acqua di un rubinetto in una via. Ma facendo uuan serie di tyelefonate sono riuscita a sapere che era stato lasciato aperto per permettere l'aereazione delle tubature per quelle determinate condizioni che si erano create. Condizioni tecniche che chi è competente ed è incaricato di gestire conosce sicuramente. Mettersi a strillare subito è sciocco ed anche se crea un circuito di altrettanti fiancheggiatori intralcia la causa e l'obiettivo.

Maila ha detto...

Io so poco di ciò che accade in Abruzzo, ma un mio amico è andato a lavorare con la croce bianca e lavora tanto. E' contento del lavoro che fa e dice che le cose stanno andando avanti. Invece in quel blog citato tutti giorni c'è una lamentela. Non va bene la protezione civile, non va bene il sindaco, non va bene niente e tutti i giorni. Eppure lei sta tutti i giorrni al computer a scivere ed a lamentarsi. Ora che so che suo marito guadagna anche per lei capisco che se lo può permettere. So che prima del terremoto lei era una insignificante donna di mezza età e nessuno se la filava . Ora invece tutti la lisciano. .. Lei cerca di mantenere questo ruolo da eroina, almeno c'è un po' di gente che la considera. da casalinga ignorata a sedicente giornalista c'è un passo grosso.

Vittoria A. ha detto...

Ciao Antonella sono passata a farti un saluto! I tuoi post e il tuo punto di vista sono sempre molto molto interessanti. Un abbraccio e buona notte!

Antonella ha detto...

Vittoria! Birichina, non mi hai detto però come la pensi. ( io non urlo contro chi non la pensa come me)

Antonella ha detto...

@Maila: Grazie di aver scritto questo, anche se il punto non è la persona, ma il modo di relazionare e di informare, molto simile a chi si vuole bistrattare: violento e bugiardo.

Federico ha detto...

Premetto che non sono un anonimo, ma non sono registrato, e non vedo perchè mi debba registrare se non voglio avere un blog. Comunque vorrei intervenire lo stesso, perchè ho letto sia questo articolo, sia gli articoli e le reazioni ai commenti nell'altro blog. Una cosa molto fastidiosa è questo subito offendere l'interlocutore che azzarda una minima precisazione che non collima perfettamente con le dichiarazioni della blogger Kappa . Questo è già un brutto segno ed è per questo che non la comemnto. Come diceva Ormoled, la verità non sta con Miss Kappa e neppure con i giornali quindi mi chiedo: perchè leggiamo Miss Kappa che racconta bugie faziose? Mi potreste rispondere: non la leggere. Ma faccio presente che è imbarazzante trovarsi on line una donna che strilla bugie a tutto spiano e che insulta a destra e a manca se subito non le dicono quanto è brava!!

dilaudid ha detto...

bisogna farsi raccontare il terremoto e la ricostruzione dagli aquilani, non certo da vespa. in questo modo si possono scoprire le strumentalizzazioni messe in atto costantemente. prima eran versi perversi, ora che sei autista di un politologo hai cambiato impronta.
semper fidelis

Antonella ha detto...

Ma Tesoruccio Di Dilaudid, non ho affatto cambiato impronta, ma si sa non si vive di solo amore. Vespa non l'ho nemmeno nominato per me non esiste, Ma caro, anche le Regioni, Le Provincie, i Comuni, gli operatori , i tecnici sono aquilani, mica bruscolini.

ANONIMO ABRUZZESE ha detto...

io son un operaio abruzzese e voglio precisare che non mi sento affatto rappresentato da una donna dell'alta borghesia piena di boria e di presunzione.

Antonella ha detto...

@Operaio: perchè dovresti essere rappresentato? tu ti rappresenti da solo!

tesorino dilaudid ha detto...

non voglio certo discutere ma se si ricostruisce con la telecamera accesa lo trovo disgustoso. il delirio trae alimento da qualsiasi situazione

Antonella ha detto...

Tesorino, è proprio questo il punto: dobbiamo uscire da questa logica demagogica e per - versa e quindi non adotatre gli stessi loro sistemi seminando sempre veleni e faziosità. Invece operare costruttivamente, considerando che ci sono anche gli organi preposti dalla Legge alla gestione ed al controllo. ( o sono tutti malfattori? )

ex-tesorino ha detto...

ci sono procedure straordinarie, il capolavoro l'hanno fatto in quel modo.
così i controlli non si fanno.
io come ti posso chiamare? ormai siamo una cosa sola

Antonella ha detto...

Siamo una specie di mostro a due teste, immagino. Comunque: C'è un programma di emergenza ma molto è stato demandato alla Regione per esempio le rivelazioni dannied anche il piano innovativo per la progettazione e realizzazione, nei comuni terremotati, di nuove abitazioni e quartieri durevoli con protezione dalle azioni sismiche. Non vorrei essere equivocata. Io dico che utilizzare lo stesso sistema che adopera certa stampa fatto di urla e di denigrazione non serve . Che tutto non è in mano a B. Che ci sono tecnici,ingegneri, amministrativi abbruzzesi ma anche di altre Regioni ( infatti le prime case provengono dalla Regione Trentino) in gamba ed onesti nelle istituzioni. E quello di cui c'è meno bisogno di continue vessazioni e insulti.
Facci caso: chi lavora seriamente non ha tempo di schiamazzare.

rosy ha detto...

Miss Kappa Ha o aveva un negozio di antiquariato al centro storico..cosi mi è stato detto e cosi dico se poi è una bugia, la colpa non è mia..tu cara Antonella dici che il marito è medico e ti credo,
Miss Kappa anche con me lo fece mandai un commento mi saltarono addosso le sue amiche.
D'allora, non ci sono andata più.
Vorrei ricordare agli italiani che berluscone senza i loro voti (io sono anni che non voto) mai sarebbe andato al governo...

Il tuo post mi è piaciuto e mi complimento
Un bacio.

Anna ha detto...

Non entro nel merito di quanto dici e neanche sulla valutazione della mia persona. Credo che tu sbagli persona, però. Mio marito si chiama Giuseppe Sordini, ed io mi chiamo Anna Pacifica Colasacco, ed è un restauratore ed io un'arredatrice di interni. Avevamo la nostra attività in pieno centro storico, così come la casa. E, disgraziatamente, abbiamo perso tutto. Casa e lavoro. Nonostante ciò, nulla chiediamo per noi, non abbiamo neanche inoltrato domanda per le casette antisismiche e,dopo 6 mesi trascorsi in un container di 10 mq, acquistato da noi, proprio ieri abbiamo trovato una casa in affitto in un paesino semiabbandonato nel circondario.Costa 400 euro al mese, questo è il massimo che possiamo permetterci, non lavorando entrambi da sei mesi.Chiediamo, però di essere messi in condizioni di lavorare, questo sì. Vorremmo riaprire la nostra attività e vorremmo farlo nella nostra città, per contribuire alla sua rinascita economica, oltre che alla nostra personale. Non capisco le ragioni di questo attacco, basato per altro su informazioni non vere.
Se ti dà fastidio il mio modo di far conoscere il dramma della mia gente e il mio rivendicare i diritti di tutti, mi rincresce molto. Ma capirai bene che non per questo posso smettere di scrivere. Potresti tu, però, evitare di leggermi.
Un saluto.
Anna

Vittoria A. ha detto...

ciao Antonella, scusami pensavo di averti dato il mio sostegno nel post precedente. ho letto del terremodo dai blog e dal telegiornale su internet principamente. Ti apprezzo e ti stimo perche' penso che tu sia una donna passionale e anche molto equilibrata. Affronti ogni argomento in profondita', in modo obiettivo e coerente. Concordo con te. :D

Antonella ha detto...

@Anna: antiquario o medico non fa molta differenza . Ma non è questo il punto. Il punto è che per motivi non chiarissimi hai trasfomato un blog, che per sua natura e perchè siamo in Italia e non in Iran non può che essere cxaricato di chissà quale valenza, in un luogo dove la gente ( antiberlusconi o proBerlusconi ) tira fuori il peggio di se' ) aizzando in tutti i modi le persone allo scontro, alla lotta, alla rivalsa. Ma mentre non puoi assolutamente intervenire sulla realtà vera perchè non è così che si interviene, ma con esposti alla procura, con atti riconosciuti dalla Legge e dalle Istituzioni che ci tuteleno, fai in modo che poche persone scatenino i loro istinti più deleteri nel web. Non solo non fai bene alla causa di chi ha veramente bisogno, ma anzi, raccogli odio e alimenti un senso di intolleranza che in fondo gli Italiani non vorrebbero proprio avere perchè sono persone , gli italiani, solidali e generose.
Noi, in Alessandria, abbiamo potuto toccare con mano la grande solidarietà di tutti gli Italiani. Abbiamo dovuto aspetatre mesi, ma avevamo fiducia nelle istituzioni. Solo tu sei riusciuta a leggittimare tanto odio e tanta malsopportazione che mai in nessun disastro avevo visto. Per questo ti ho invitato a chiudere quel blog che ormai ( magari ti ha preso la mano e non era questo il tuo obiettivo) è solo la sede dove vomitare il proprio odio e le proprie più basse pulsioni. Incitati da te, signora, ( antiquaria o meno)

Antonella ha detto...

Rosy, grazie di questo commento così caloroso ed anche di avermi informato . he era medico me lo aveva detto Michele ma aveva anche precisato che aveva molti soldi. Per il resto ti ringrazio. In unn anno e mezzo di blog non ho mai parlato di nessuno in questo senso perchè nessuno, per quante sciocchezze potesse scrivere, aveva mai caricato così tanto gli animi di odio. E' facile aizzare le persone alla rivalsa è più difficile stimolare all'amore all'attesa, alla fiducia, alla speranza. Ma spesso le frustrazioni personali trovano nel vedere gli animi irosi , una strana e personale soddisfazione che mai comprenderò nè giustificherò.

Antonella ha detto...

Vittoria, ti abbraccio tanto e so quanto tu mi capisca.

Anna ha detto...

Antonella,
purtroppo la differenza è sostanziale, in quanto un medico gode di uno stipendio, un autonomo no.E per gli autonomi nulla è stato fatto, non capendo che le vite si ricostruiscono prima di tutto con il lavoro che poi ci permette di comprare quello che ci occorre. Vedi, è proprio perché noi non ci aspettiamo nulla dall'alto, deciso per noi ed al nostro posto senza interpellarci, che chiediamo semplicemente di non essere esproriati dell'unica cosa che ci resta. Le nostre esistenze.
E' un punto di vista differente dal tuo che ti rimetti alle istituzioni. Rispettiamoci a vicenda, nulla ci costa.
Ti auguro buon lavoro e buona vita.
Anna

P.S. Il mio blog ha sempre avuto, anche prima del tragico evento, una forte connotazione politica,non partitica, ché, a mio modesto avviso, la politica è imprescindibile da un' esistenza consapevole.

rosy ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
rosy ha detto...

Cara Antonella,come vedi la signora ha il suo gusto nell'attaccare, ma non vuole essere attaccata.
Chi come lei da mesi sta portando avanti un blog e non fa che sputare veleno, il minimo che si deve aspettare e che qualcuno la risponde e se le risposte non le piacciono, questo è un problema suo.
Ti abbraccio Antonella. ciao.

Antiquario torinese ha detto...

Sono un antiquario torinese, ogni tanto passo da questo blog e qualche volta ho anche lasciato un mio piccolo commento. Ora non posso indicarmi col mio nome per motivi che si potranno capire proseguendo la lettura di questo mio commento.
Volevo fare presente alla signora Anna che se la sua intenzione era quella di dimostrare di essere meno abbiente di quanto la si credesse affermando di essere la moglie di un antiquario anzichè di un medico credo proprio che abbia fallito nel suo intento.
Infatti vi posso assicurare che un antiquario guadagna molto più di un medico di famiglia e, cosa non da poco , per poter lavorare necessita di un conto bancario molto corposo che le permetta una liquidità immediata per l'acquisto di mobili/ oggetti d'epoca. Altro punto importante è che un antiquario, a meno che non sia uno sprovveduto, si cura sempre di assicurare i suoi pezzi di valore e questo gli permette una copertura economica qualora accadesse un furto o una calamità. Per questo credo proprio che la signora sia ben protetta e garantita a livello economico.
Come ultima cosa, che non ho mai fatto nei miei commenti di mesi fa, vorrei complimentarmi con l'autrice del blog che riesce sempre a scegliere le immagini più opportune e più coinvolgenti per ogni argomento. Mi scuso per non essermi presentato, ma dato che ho parlato di questioni economiche inerenti alla mia professione preferisco rimanere anonimo.

Brigante ha detto...

Mi sembra ci siano deu ounti abbastanza chiari:
Primo punto: che io non posso permettermi di diventare mai un antiquario, anche se lavoro in proprio anch'io, ma credo che fare il lattaio e l'antiquario per quanto mi sforzi siano da considerarsi economicamente agli antipodi ( o agli antilopi?)
Secondo punto che la signora kappa morda sul freno perchè a tutti i costi la si consideri una povera deleritta ed immagino che nasconda il polso tempestato di diamanti. Signora, signora c'è lavoro in proprio e lavoro, anche Berlusca lavora in proprio !
Terzo punto: la nostra Demone al volante secondo me è partita per i tropici perchè non da segni di vita nè qui nè su messenger. Stiamo scrivendo ad un fantasma?

Antonella ha detto...

Rosy!perchè non sei a pochi passi da me? io ti abbraccerei. Perchè le tue parole sono sempre così calde e vanno veramente dritti al cuore e si sente da ciò che dici come la tua anima sia immacolata e patisco un po', sai Rosy, patisco un po' a mischiarti a persone che non arriveranno mai a comprendere la tua profondità d'animo. Insomma ti bacio tanto e ti ringrazio di onorarmi della tua amicizia.

Antonella ha detto...

Brigante, non sono andate ai Caraibi, ma non ci crederai sono stata precettata per una lunghissima riunione di lavoro e questo dimostra che quando uno ha da lavorare seriamente non risce neppure ad accendere il pc, mentre possiamo notare la presenza di kappa dal mattino presto sino a sera sull'ozioso web ( sì me la tiro per aver lavorato indefessamente) Sul propblema del lavoro in proprio comunque hai perfettamente chiarito il senso ma poi la gente sa bene cosa significhi il lavoro in proprio. I vari Agnelli, Benedetti e company non possiamo paragonarli allo stracciarolo di trastevere.
Grazie anche all'antiquario torinese che ci ha illuminato così gentilmente sul suo lavoro, ma non dovevi preoccuparti perchè avere i soldi non è mica un delitto.

Antonella ha detto...

@Anna: sul lavoro non mi dilungo ulteriormente, ma non mi sembra che tu abbia afferrato bene la questione. La cosa grave è che hai alimentato ( e non ci vuole poi una grande capacità per farlo basta avere gente disperata che legge ) per una umanissima esigenza di protagonismo l'odio, il rancore , lo scontro tra poca gente , è vero, perchè nel web e da te non viene che una piccolissima parte di persone presenti in una città,ma lo stesso la cosa mi appare disgustosa.
Si leggono frasi del tipo:
" Mettiti in vena la bagna cauda"
" spero che possiare rimanere per sempre in tenda "
Tutte queste frasi sono presenti non perchè la gente che scrive da te è cattiva, ma perchè ha trovato chi origina il veleno, chi aizza sempre allo scontro e mai al confronto.Cioè tu.
Quindi non ho scritto per te, poichè tu hai dato dimostrazioni di non accettare lo scambio di opinioni e di visioni divergenti. Ma è per chi ti legge che invito a riflettere, profondamente su una persona che ha in ogni caso le spalle coperte e può permettersi di alzare la polvere.
Le minacce ed i vituperi qualche volta sono inutili e qualche volta oltre che inutili rendono gli animi esacerbati e demoniaci, fanno tirare fuori ciò che di più bestiale alberga nell'essere umano e che non ha mai portato che alle guerre ed alle sopraffazioni.
Non so se l'agenzia google abbia piacere di sapere che questo avviene sotto la sua tutela. L'unica cosa quindi che rinnoverò per ora l'invito a chiudere quel blog di veleni e cominciare a lavorare.

Antonella ha detto...

naturalmente inviterò google a esaminare i contenuto del tuo blog.

rosy ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
rosy ha detto...

Antonella, grazie della tua risposta al mio commento, non merito tanto!
Gli animi bui trascinano le menti deboli.
Chi non ha coraggio strilla e più si strilla e più si ha torto.
La signora in questione...se la sarebbe potuta cavare in modo egreggio se solo avesse fatto una bella petizione con le firme degli aquilani che vivendo la sua stessa situazione e i suoi stessi disagi son convinta che avrebbero firmato di corsa
(può darsi che l'abbia fatto, questo non lo so)ammettiamo che l'abbia fatto.. allora è inutile
strillare tanto

Le parole, sono verbi volanti, quello che conta è il nero sul bianco,ma no sul foglio bianco del web..denuncie e sempre denuncie... in questo, hai ragione tu.

Ho letto il commento dell'antiquariato...molto interessante!

Buon fine settimana. Baci.

Antonella ha detto...

Sono capitata sul tuo blog per puro caso... ma una come te dovrebbe sapere che niente succede per caso.
Sono rimasta colpita dal tuo narcisismo, dal questo tuo essere ben calata nel contesto attuale.
Quelli che chiami lamenti, schiamazzi, sono semplicemente voci di dissenso. Se provi ad andare a vedere cosa sta succedendo all'Aquila con i tuoi occhi, ti potrai accorgere che chi protesta ha tutte le ragioni per farlo.
Ad ogni modo, personalmente, preferisco seguire chi mette la propria passione non per apparire ed appagare il proprio narcisismo ma per esprimere una propria legittima opinione, specie se attinente a situazioni drammatiche che vive sulla propria pelle.
Un saluto.
Antonella

Antonella ha detto...

@Antonella ( mi fa un po' effetto scrivere Antonella, dato il mio narcisismo mni sembra sempre di essere l'unica Antonella) : vome ho scritto, in Italia succede molto spesso che una cattiva gestione del territorio e dell'urbanistica associata alla vunerabilità del terreno porti a disastri di questa portata ( non sta a me ricordare il Friuli, Alessandria ecc.), ma questo non giustifica l'ostentazione dell'odio, e se ( volendo essere totalmente empatici ) si potesse giustificare, certamente non aggiungerebbe alcun contributo alla ricostruzione del paese ma anzi, è ben dimostrato che l'odio, il rancore, il linguaggio vioolento serve solo a inasprire gli animi e non è affatto funzionale alla causa . Ma non mi stupisce che tu ed altri ( per fortuna un'esigua minoranza creda che tramite la lotta feroce, le urla, le guerre, le violenze, si possa ottenere qualcosa dato che abbiamo mputroppo molti esempi di come questi mezzi vengano usati nel mondo. E' vero che sono una minoranza, ma rendono la vita difficile a quella maggioranza silenziosa e laboriosa che aspira solo alla ricostruzione ed alla pace.
Per quanto mi riguarda sul mio narcisismo, non fai che scoprire l'acqua calda l'ho scritto su migliaia di post di esserlo.
Ricambio il saluto.

Antonella ha detto...

Come si può constatare è una vera minchiata fare il conto di chi commenta su un blog con aspirazioni politiche o in qualche modo con l'idea di contribuire alla " Ricostruzione" perchè questa fantomatica Antonella potrebbe essere identificata con altri cento nomi con altri cento commenti e fare " NUMERO"
Ma non si contribuisce con le chiacchiere. Si contribuisce ad un lavoro di ricostruzione solo con un LAVORO DI RICOSTRUZIONE. Chi si accredita titoli che di fatto non ha danneggia il lavoro e disturba l'impegno degli altri.
Per questo ho fatto la segnalazione e per questo spero che se la SIGNORA vorrà ancora blaterare lo faccia con toni più miti anche se ugualmente inutili.

Antonella ha detto...

E' un po' sospetto , però che una appena registrata ( settembre 2009!!! e soprattutto con appena n° 2 visualizzazioni profilo: una mia ed una sua: proprio appena appena registratat per venire a commentare da me, gioia....) subito si precipiti a commentare me. A meno che non sia una persona da me molto conosciuta e che ancora di più alimenta il mio non debole narcisismo. Ciao bellissimo!!! Adesso spero che tu non utilizzi il mio splendido nome così a casaccio....