mercoledì 5 agosto 2009

PADULA : IMMAGINI INEDITE


Lo so lo so, potrei postare tutto un bel discorsetto sulla storia della certosa di Padula e dei suoi certosini: tipo che agli inizi del 1800 la Certosa fu requisita da Napoleone (lui i preti non li poteva vedere ed in Italia che era piena zeppa di conventi ha fatto che chiuderli e devastarli tutti e buonanotte) e poi che durante la seconda guerra mondiale venne usata come campo di prigionia. Potrei persino scrivere dell’ampio terreno/ PARCO che la circonda e c’è da domandarsi come mai i posti migliori finisce che provengono sempre da proprietà ecclesiastiche. So tutto : il mio boy friend mi ha tormentato per l’intera mattinata durante la visita all'’edificio decantandomi date e qualità delle opere ed affreschi raffigurati .

Ma non voglio fare quella che incenerisce le palle con le storie delle proprie vacanze cultural/ sentimentali .
Vi rimanderò a siti che già ne parlano a sufficienza. Non sarebbe niente di inedito, insomma. Per questo preferisco postare immagini uniche di Padula: ossia di me medesima all’interno di questo bellissimo agricamper. Un campo immerso nel verde: agriturismo I TRE SANTI ( ignoti, credo) .

Una cosa carina è stata la visita alla casa di Joe Petrosino, non tanto per la casa e gli oggetti in esposizioni che ispiravano un non so che di commovente misto ad un senso di straziante emozione pensando a chi s'era preso la briga di presentare Petrosino come un Italiano alla mandolino e merletti, ma dicevo per la custode nonchè guida del museo che, avendo preso il suo incarico come una sorte di missione ha persino esclamato: " ehi! Non voglio nessuno alle spalle: statemi tutti davanti e fatevi vedere. "

7 commenti:

Inés ha detto...

Antonella, volevo salutarti prima di questa pausa estiva! Torno presto.. mi mancherai. Un abbraccio Inés

Dino ha detto...

Cara Antonella ti vedo veramente in forma.
ciao e divertiti

Michele ha detto...

ciao Antonella
non sono mai stato a Padula
pero' prima o poi
chi puo' dirlo
Buona serata
Michele pianetatempolibero

achab ha detto...

ciao antonella,vedo che vai sempre alla grande,ciao.

Luka ha detto...

bel paesaggio in entrambe le immagini :o)

riccardo uccheddu ha detto...

Joe Petrosino...
Non so se ricordi lo sceneggiato interpretato da Adolfo Celi, mi pare nel 1972. Grande!
Petrosino ebbbe, credo, le prime intuizioni sul legame tra mafia e come dire?, "piani alti".
Il che non era male, ad inizio '900...
Ciao.

Anonimo ha detto...

Si vedono le te tette alla signora e sono piccole