domenica 9 agosto 2009

IL PESCE E IL PESCATORE


Insomma , STAMATTINA, ti arriva in spiaggia un tipo super abbronzato, con i capelli scurissimi e lo stile da nuotatore. Il genere, in poche parole, che piace a me ( non l'ho ancora detto? moro, carnagione scura che sembra dire: non provengo dalla Finlandia e neppure dalle nebbie del nord dove il sole non vi bacia mai) . Arriva sottobraccio ad una nientediche. Cominciano i soliti giochini sulla spiaggia: ti rincorro - mi prendi - ti tiro la sabbia - risolini fatui e cose simili.
Odio queste cose. La scenetta della coppietta felice mi fa andare sui nervi. Tutta invidia potrebbe dire qualcuno. Un po' sì, ma anche perchè sento che non è certamente questo che fa UNA COPPIA.
Siamo sommersi di questi amori liquidi. Ci si impresta per poco e non ci si impegna su nulla. Non si investe e si dimentica ciò che si era detto. Ma questo è un altro discorso. Ora parlo di cose leggere e divertenti.
Dicevo : Mentre guardo meditabonda la coppietta, m'accorgo che lo sguardo è ricambiato insistentemente dal bel tenebroso giocherellone. Corre e nuota, ma intanto tira l'occhio nella mia direzione di osservatrice spudorata. Diciamo: di sperimentatrice. Infatti, sarà la noia della giornata in spiaggia, sarà che è un periodo che provo uggia per tutte le storie amorose, che decido di fare un piccolo esperimento.
Avviso, naturalmente, il mio accompagnatore per non incorrere a mia volta in UN incidente diplomatico: " Senti , faccio un esperimento su quel tipo" Il mio accompagnatore sbuffa, ma riprende a leggere il giornale.
Mi accomodo meglio sull'asciugamano. guardo e guardo ancora . Mi alzo e mi bagno. Mi siedo e guardo ancora.
Quando mi alzo una seconda volta e m'avvicino alla riva lui, che correndo è inciampato ai miei piedi, mi fa scivolare tra le mani un biglietto. Torno all'asciugamano col mio piccolo bottino. E' il numero di cellulare. Esperimento riuscito.
Occhio, ragazze , il mondo è pieno di pescioloni e magari li accompagniamo in spiaggia proprio noi.

8 commenti:

Brigante ha detto...

Legge il giornale?!! non ci credo. vado in ferie. Ciao

Michele ha detto...

Ma insomma non si puo' iniziare il lunedi cosi'
apro il tuo blog mi aspetto un pesce o un pescatore e invece mi ritrovo un fondo schiana da mozzafiato
che lo farebbe rinascere a un novantenne
Antonella che scherzi mi fai in questo periodo di ferie forzate
ciao
Michele pianetatempolibero

gillipixel ha detto...

di fronte a certe femminee argomentazioni inconfutabili, la sede delle capacità raziocinanti maschili si sposta dalla mente principale alla mente più piccola, la "mentula" :-)

*Falco in Libertà* ha detto...

"Ci si impresta per poco e non ci si impegna su nulla"...questa frase la trovo potente Antonella!..In poche parole sei riuscita a raccogliere tutti i malesseri da cui deriva la precarietà di una coppia. Come il tipo abbronzato il mondo è pieno e avere anche un bell'aspetto non aiuta a maturare che stare in-sieme è altra cosa da imprestarsi, ma un po di rispetto renderebbe tutto meno squallido.
Forse rimane sempre un discorso di scelta, di obiettivi...cè chi si contenta di passare da un letto all'altro e chi mira a "meno trofei" e più sostanza.
Complimenti per il fondo schiena ^_______^ ciao

Dioneus ha detto...

Ciao!Grazie per la visita. Non c'è niente da dire:quando la donna passa all'attacco,quanti uomini riescono a non essere pesciolini??:)

Andrea ha detto...

Il racconto è veramente tosto e le foto sono .. altrettanto toste. Non sono registrato, ma il mio nome è proprio Andrea. Di solti non vado nei blog perchè diffido delle cose che scrivono. Invece il tuo mi sembra autentico e sincero. Ti faccio i miei complimenti e... continuerò a seguirti.

Giuseppe Cucchiara ha detto...

E'triste che l'esperimento sia riuscito. Quanti sono falliti e perche'?

Phivos Nicolaides ha detto...

Sei un mirabile presenza nel blog e le tue foto belle. Felipe Travelling