venerdì 5 marzo 2010

IL RIMBORSO ELETTORALE

IL RIMBORSO ELETTORALE

C'è un bel gioco nazionale / che ha una regola che vale
e permette ad un partito / spender soldi per un sito
poi le pagine al giornale /tiratura regionale
è così che Marilù / casalinga a Cefalù /
poi diventa in poche ore /vicesindaco o assessore
Sconosciuta e incompetente / di gran lunga non sa e mente
col rimborso elettorale / ride e scherza sul giornale
ogni pagina ha sue foto/ quanta promozione in moto !
dall'anonimato mesto/ il successo è manifesto
Ma chissà se basterà / spender soldi in quantità?
fate pure la grancassa / e passate poi alla cassa
l'elettore già lo sa/ presto vi giudicherà
se non ferma questa festa / POi con Dio non fa la cresta.






2 commenti:

Lila ha detto...

Fantastica!
sarà che per me che di politica non m'intendo, quasi tutte quelle facce che vengono fuori adesso sono casalinghe di non so dove...
la poesia che hai scritto è simpaticissima e purtroppo vera assai!

Antonella ha detto...

Ciao Lila cara, facce facce e sorrisi rassicuranti. Mah