giovedì 4 giugno 2009

VERSI PER /VERSI

Questa è la parola: Si pone come percorso strutturato IN un processo identificativo da cui non si può uscirne se non pre - valicando un limite. Il valore della parola intesa come comunicazione di un concetto e di un oggetto è tale perchè per essere intesa ha la forza di con - fondere i nomi attribuiti con le cose indicate. Dunque non possiamo uscire dal confine che è innato nel linguaggio se non con un atto per / verso ossia oltre il verso stabilito. Se non vi fosse il linguaggio non vi sarebbe trasgressione. Ho detto: " amore" ho detto" Passione" ho detto"odio" ed hanno lo stesso confine. Il gesto sempre oltre - passa la parola. La parola sempre dice altro dal sentimento.
Ora non riconosco al mio linguaggio una posizione autorevole nella mia vita. Sento che questo legittima regole che non mi appartengono.
Ho avuto la tentazione di servirmi della parola per turbare la legge, per scuotere il mare piatto che mi sento intorno, ( per esempio con il mio post "Racconto non d'amore") ma sarebbe, questo , una glorificazione del limite e del suo confine invalicabile. Sono altro. Sento altro.
Sento le parole altrui e vorrei denigrarle. Vorrei confutarle. Potrei farlo. Ma sarebbe completamente inutile: hanno già ucciso. hanno già con - fuso ciò che non mi può appartenere perchè distante da me. Perchè conforme alla legge che è la comunicazione. L'oggettività del fatto non può consolare la mia completa estraneità al conformarsi del desiderio al fatto stesso.

7 commenti:

Brigante ha detto...

Accidenti.... non riesco a scriver parola. Bellissimo post!

marco ha detto...

di nuovo ciao il tuo modo di scrivere mi affascina......mi confonde....mi piace....mi incuriosisce.....tante parole che probabilmente non sevono a niente..solo a dirti...ancora brava....

L'Infedele ha detto...

Non parlare allora: Gibran dice:
Credo vi siano al mondo,
gruppi di persone e individui
che sono affini
indipendentemente dalla razza.
Dimorano nello stesso regno della coscienza.
E' questa la parentela, semplicemente questa. non c'è bisogno di parole ma di viversi accanto

Pietro ha detto...

non c'ho capito nulla, ma è bello scoprire i propri limiti...

Antonella ha detto...

Pietruccio lo sapevo che dicevi così. Il discorso è un po' articolato.

Antonella ha detto...

Marco, grazie. a presto

Antonella ha detto...

Brigante ( aldo) , appunto così non parli e non scrivi