lunedì 15 giugno 2009

IL TEMPO PERSO


Umberto Galimberti dice: " non si da conoscenza senza connivenza, non si da comprensione senza compromissione affettiva"

In questo c'è tutto ciò che cerco in una interazione. Non mi interessa rilevare i successi della persona con cui parlo: i successi sono cose incomprensibili. Non dicono il calore, non dicono il fermento , il crepitio del sangue e del corpo, non trascinano l'anima verso l'altra anima, non si sporcano, non si colorano. Non ho tempo per attendere alla ostentazione della parola, al gusto per l'arrotolamento della frase. Ho troppo da scalpitare all'interno di me verso sentieri più burrascosi, più complici. Così il tempo incalza. A che scopo ridursi a dialoghi che cronicizzano il senso convenzionale della esistenza, quel senso che ha previsto già come ci si debba relazionare perchè il dialogo vada bene? Sono oltre. Che mi interessa? per il resto so parlarmi benissimo. Conosco tutte le parole che tra l'altro sono già state dette. Niente di nuovo, niente di nuovo che non sia invece questo perdersi in una forza trascinante che non valuti e non apprezzi il modo, ma respiri l'invadenza, la fusione, la confusione delle anime, l'abbraccio ardente, la correità profonda ed avvincente. Come potrei mai rassegnarmi ad una voce plastica per quanto corretta e forbita? E' tempo perso ed io tempo non ne ho da perdere.
Ma qualcuno ce l'ha?

11 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Posso comprendere questa donna? Comprensione e condivisione :-D

L'Infedele ha detto...

Parli di arrotolamento di parole?! Allora cosa ne pensi di questo aggrovigliamento?
" Ti lasci ammaliare da ciò che ami e vorresti volare come quell’aquilone che vedi in lontananza, tenuto a freno dalla mano di un bimbo vivace e silenzioso.
Sei come un faro: illumini il perimetro che circonda l’infinito del mare e non riesci a far luce su quell’unico bisogno che è il tuo assestarsi nel mondo.
Si sta come ospiti in quel labirinto che è questa individuale e sempre individuata vita."
Comico vero? Un bacio alla mia amica carissima.

Inés ha detto...

sai Antonella, a questo proposito mi viene in mente quel detto che fa: "non importa quanto lontano arrivi, ma quanto in alto salti.." è un principio di vita! un abbraccio

gillipixel ha detto...

grazie, Antonella, per esserti messa nella mia lista di lettori...lusingato ed onorato :-)

marco ha detto...

Ciao Antonella vedi che qualcosa in comune l'abbiamo...chi non ha tempo non aspetti tempo....un
bacio
mi dispiace per il tuo camper...

Antonella ha detto...

@Vincenzo Cucinotta: davvero? comprendi e condividi.

Antonella ha detto...

@Ines: Perfetto ciò che hai scritto e sintetico.

Antonella ha detto...

@gillipixel: grazie a te. hai un blog strano e particolare

Antonella ha detto...

@Marco: davvero non lo aspetto e non lo spreco.

Antonella ha detto...

@Infedele: Dai caro, ha importanza poi davvero?

gillipixel ha detto...

grazie anche per questo: strano e particolare per me sono bellissimi complimenti :-)