lunedì 29 giugno 2009

IL SONNO LIQUIDO

Lei aveva lavorato tutto il giorno freneticamente. Quando si coricò nel suo letto sprofondò immediatamente in un sonno senza sogni.
A poco a poco l'incoscienza abbandonò il suo corpo e si trasformò in un soave oblio incantato fatto di lenzuola setose adagiate su piume fresche e morbide. Era in quello stato di dormiveglia dove il pensiero lascia posto al torpore ed alla beatitudine della spossatezza del cuore. Fu allora che sentì il suo sangue pulsare e percorrere il sentiero conosciuto dei palpiti segreti delle membra. C'era una forza solitaria che decideva per lei su ciò che il suo corpo dovesse vivere e si sentì invadere da un calore vibrante che si dipanava nella pelle e nel suo sesso spinto da un richiamo potente e autorevole. I movimenti avevano un che di misterioso e inconscio benchè sentisse se' stessa partecipare all'invito oscuro del fremito profondo . Ma non sapeva, non sapeva nulla se non ch'era coricata in un buio morbido e gonfio di suoni e profumi senza pensieri. Il suo sesso stringeva il vuoto ritmicamente e nello stesso tempo lo riempiva di se' e dei suoi umori nuovi e vitali. Pareva un bruco scivoloso che si addentrava nell'oscurità di cunicoli mai visitati eppure voluti con tutta l'energia di un respiro istintivo e animale.
Lei, nel sonno, allungò la mano verso la sensazione di calore e di benessere che l'avvolgeva e la chiamava muta ma decisa e si trovò sommersa da un liquido mieloso e ardente che la fece scivolare in fondo ed ancora in fondo al suo corpo come inciampata in una discesa facile da scendere . Perchè tutto era semplice: lei stessa era lumaca innamorata che solcava il suo sentiero di linfa DENSA e profumata. Lei stessa era il vuoto da riempire di gocce d'acqua di sorgente nuova . Fu allora che si tuffò nel piacere confuso di un sogno mai iniziato.

14 commenti:

Antonella ha detto...

sì lo so... è sconcertante

Piero. ha detto...

Di chi sono quei piedi nudi?

Piero. ha detto...

Perchè un orgasmo dovrebbe essere sconcertante?

Piero. ha detto...

Mi piace l'idea di autocommentarsi , te la copierò.

Piero. ha detto...

Il post precedente era una ciofeca e i tuoi commentatori sono terribili...ma colti, molto colti e preparati. Troppo preparati, troppo schiavi di un reggiseno o di un seno . Nudo. e tu sei una burlona pericolosa. Ciao

Antonella ha detto...

Sconcertante = non il fai da te che ormai è cosa ordinaria bensì la ricezione di un movimento autonomo e libertario come insomma ci auspichiamo debba esprimersi la sinistra: con una reazione naturale ed istintiva quasi viscerale.
Quando il vaso è colmo....

Piero. ha detto...

Trabocca...praticamente se ne viene.

Brigante ha detto...

E'sempre un problema idrico!

Antonella ha detto...

i piedi non sono i miei. li ho più carini.

gillipixel ha detto...

scrivere di erotismo è cosa difficile...basta un niente e si deraglia nel già detto, quando non addirittura nel ridicolo...questo brano invece non sbaglia una sillaba...molto ben scritto :-)

Antonella ha detto...

Thank you gillipixel. Io credo che tutto ciò che scrivo sia normale. Ossia capita a tutti. Solo che parlarne è difficile. C'è chi riesce a parlarne solo schernendo il sesso, c'è chi ne parla come fosse una cosa scandalosa. C'è chi crede che questo debba rimanere esclusivamente una cosa taciuta. Alcuni ne parlano come fosse una cosa riservata a persone di malaffare.Anche se non è politica.

Inés ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Inés ha detto...

trovo il tuo post assolutamente meraviglioso.. vorrei perdermi in sonni come questi..

Antonella ha detto...

Vero Ines? Solo una donna può comprendere davvero.