lunedì 24 novembre 2008

Si parla di sesso.

Postato da un amico il 5 Marzo 2008:
"Ieri mi è capitato di fare sesso come di rado mi succede: una”sessione” di sesso selvaggio,dove ogni azione di uno provoca una reazione dell’altra che a sua volta innesca una....mi avete capito: in pochi attimi tutto si trasforma in qualcosa di animalesco,dove sono gli ormoni e l’istinto a parlare e mi sembra strana l’espressione “fare l’amore” a proposito di sesso a livelli simili.In certi momenti l’amore si ritira in buon ordine e lo si farebbe anche con persone che si odiano.
Per farlo veramente bene bisogna che entrambi lo desiderino e che siano il più possibile rilassati e con la mente sgombra da tutto ciò che esula dalla ricerca del massimo piacere. Le mie esperienze come quella di cui sopra sono state e sono tuttora piuttosto rare,anche perchè le donne si riempono la bocca con la parola amore,hanno l’amore che le pervade tutte e si dimenticano che l’amore si nutre anche di buon sesso.
A me sono quasi solo capitate donne Mastro Lindo convinte di avere esaurito la propria parte aprendo le gambe ed incrociando le braccia,aspettando che la manna arrivi dal cielo,donne piene di sensi di colpa che non sono mai state sfiorate dall’idea che solo con la partecipazione si riesce a non sentirsi usate,donne Swatch che “facciamo presto che alle cinque devo andare”, donne che sono state educate all’esclusiva soddisfazione del maschio e si avvicinano al letto come ad un patibolo e potrei continuare ma mi fermo.Si parla tanto di crisi del maschio,del suo ruolo incerto in un mondo di veloci cambiamenti e della sue ansia da prestazione:io odio la burina ostentazione ma sono sicuro delle mie prestazioni sempre che la controparte partecipi con il mio stesso entusiasmo e passione. Non bisogna dimenticare che il miglior afrodisiaco è il vedere il partner coinvolto nel sesso come e più di noi mentre vederlo attendere la fine delle manovre con la faccia della vittima sacrificale smonti persino le migliori intenzioni e gli appetiti più sani."

Scusami. Ti ho preso il tuo post e l'ho incollato qui. Ti arrabbierai, ( spero che questo non pregiudichi la nostra amicizia: ti leggo poichè mi interessa cosa pensi. ) ma voglio scrivere su questo modo di vedere il sesso che è tipico dei maschi. Voglio dirti quello che sente una donna. E quella donna sono io. ( ma va ?!)
Non riconosco nulla di ciò che hai scritto. Non parlo , io, così di sesso o d'amore che poi sai, per me è assolutamente imprescindibile. Perchè il desiderio che ti porta a fare sesso è confuso e fuso in una miriade di sentimenti e sensazioni che non so come riesca tu a separarli da quello che viene definito " amore" .

L'amore non ha solo una faccia. Dobbiamo finirla di mitizzare questo Dio "Amore ".
L'amore non è un sentimento verginale, scevro da pulsioni oscure. Non è come fosse un angelo immacolato risplendente di luce propria santificata.
L'amore è una sensazione umanissima e contaminata da molte percezioni contraddittorie. E queste, a loro volta, sono influenzate dal momento psicologico personale, dalla capacità di sentire dell'individuo, dal bisogno di essere, dall'odio, dalla competizione, dalla propensione caratteriale, dalla profondità della propria anima e dai fantasmi inesplicabili che abitano le nostre viscere.
Ciò che muove il desiderio cioè la voglia di scopare, di essere toccata e di toccare è un meccanismo misterioso. Ancora adesso io personalmente non so spiegarmi come mai ad un certo punto sento " voglia" di un uomo che magari non rispecchia quei canoni che ho ben prefissati dell'uomo desiderabile, quelli che poi conosciamo tutti: bello, giovane, intelligente generoso ecc ecc.

Un mio amico si lamentava come te che lei non partecipava.
Sappiate ragazzi, che se lei non partecipa è perchè non vi desidera. Punto.
Non " sente" nulla o " sente" poco e magari dipende anche da voi, da come vi siete mossi. Una parola detta male. un gesto. Un comportamento e l'ardore si spegne. L'ardore, l'amore. il desiderio, la voglia. Che ha un nome solo, che ha un calore unico. E' nel cuore e nel cervello e nella fica. Diventa sangue, diventa fame.
Non è un problema di tecnica, (sono sicuro delle mie prestazioni )ma di passione, di anima, di coinvolgimento. Di disponibilità al sentire . Di riconoscimento delle vibrazioni, di empatia con l'altro. Bon

( "amami per un'ora , ma perdutamente" come dice Gianna Nannini )

P.S. l'inefferabilità e l'illogicità del desiderio è dimostrata anche dal fatto che le parole del tuo post (da cui sono discordante) Le " sento" , invece, profondamente erotiche.
( come darsi in finale una bella zappa sui piedi oh yeah )

30 commenti:

Kikkus ha detto...

Com'è che sono "uomo", nel senso di essere umano di sesso maschile, e la penso come te?
O sto invecchiando... o sto crescendo.

Antonella ha detto...

@Kikkus: non scriverei questi post se non sperassi negli uomini.

kikkus ha detto...

la speranza è l'ultima a morire in effetti, dicono. E io, proprio recentemente, ho scoperto che ha rsgione chi lo dice.
Perchè sai, non è cosa univoca alle donne nei confronti degli uomini.

Antonella ha detto...

@ Kikkus:non so, io vado avanti a tentoni.

kikkus ha detto...

l'importante è andare avanti.
Qualcuno diceva "chi si ferma è perduto"
A volte ci si perde anche muovendosi.
Quindi, tanto vale provare ad andare avanti.

the_sin ha detto...

Antonella, incontro nelle tue parole e nel tuo pensiero femminile cio che realnente è; ed è quello vero. Esiatono un ventaglio di variabili che interferiscono con la mente con la circostanza, con cuore, con l'emozione...non posso che dartene viva ragione. Ma è pur vero che se ci si trova in linea d'ardore, non credo ci siano limiti all'"Amore".
un bacio.
Maurizio

Antonella ha detto...

Speriamo di non fare la fine di chi l'ha detto ( non hai l'impressione che questo post si stia trasformando in una chat? )

Antonella ha detto...

@The sin: ma certo! Magari succedesse sempre .

kikkus ha detto...

Una chat.... frequenate per 20 minuti, anni fa... poi... uomini che si fingono donne, donne che si fingono dee.... no, non faceva per me.
Vabbè... saluto e do la buonanotte... ricordando che la "bloggista" ha posta :-)

Antonella ha detto...

@The sin:non proprio come intendi forse.

UIFPW08 ha detto...

Se si vuole spesso succede...basta anche volerlo.. o no?
The_sin Maurizio

Antonella ha detto...

@Maurizio: la mia filosofia: faccio quello che mi sento. Il guaio è che poi non c'è quel molto da sentire.
baci

Antonella ha detto...

Premetto: adoro l'uomo che ha scritto quel post inserito nel post

NERO_CATRAME ha detto...

concordo con Maurizio,penso che l'amore sia passione solo all'odore,in uno sguardo,in una a sembrar semplice carezza,poi si espande in ciò che invade i sensi e supera ogni limite nel piacere di entrambi.

Franco ha detto...

La questione non è uomo o donna,ma affinità, riconoscimento, scelta
un bacio grande
Franco

UIFPW08 ha detto...

se non c'è quel molto da sentire sono dispiaciuto perche non ho saputo dimostrare quell'argento vivo che mostravo vedendo te cio che eri per me "l'assoluto".
dici bene " L'ardore, l'amore. il desiderio, la voglia. Che ha un nome solo, che ha un calore unico. E' nel cuore e nel cervello e nella fica. Diventa sangue, diventa fame." L'assoluto
se cio non lo è diventa rutine...

Antonella ha detto...

@Maurizio: se non è assoluto diventa nulla

UIFPW08 ha detto...

adesso siamo in linea..concodo Antonella, se non c'è l'assoluto, il piacere puro in entranbe, tutto è nulla.

tEmPhE ha detto...

non so come sono arrivata in questo blog.
so che ci tornerò.

Michele ha detto...

Ciao sono Michele di http://pianetatempolibero.blogspot.com il tuo blog mi dice qualcosa quindi ti ho inserita tra quelli che seguo
Vai a vedere il mio, se ti va lascia un commento
Buona giornata

salina ha detto...

Inquadratura sui genitali o meglio sulla testa che sta sopra ad essi? Non c'è un buon collegamento fra i due uffici: si parlano poco o troppo...male comunque. Esiste una differenza tra sesso e amore oppure siamo noi, uomini e donne, che ce la siamo inventata? Io credo che siano due emozioni separate alla nascita che si rincorrono per tutta la vita ma all'arrivo spesso giungono in tempi diversi. E'per questo che nascono tutte queste discussioni per una diffusa insoddisfazione che, a parer mio, c'è sempre stata. Io da uomo so che la "tecnica" serve fino ad un certo punto poi un momento te lo devi inventare ed è assolutamente necessaria la collaborazione della partner; le donne sanno benissimo cosa fare, non venitemi a raccontare storie, le ragazze lo sanno dall'adolescenza sono i maschietti semmai che, entrando a contatto con un pianeta multiforme e complesso, si confondono e fanno casino. Infine poi è la magia e, devo dirlo, l'amore e la gioia che ci prendono per mano e ci portano via. Dura poco ma il ricordo ti riempie l'esistenza.
Sinceramente non so come sono capitato qui. BUGIA! Sono state le tue splendide gambe a farmi aprire il blog: poi ho dovuto lottare contro questo preliminare "scorretto" che tu hai lasciato a guardia della tua porta; non so se ci sono riuscito ma si può sempre riprovare.

Pino Amoruso ha detto...

...quanta verità!!!

stellavale ha detto...

Beata la tua amica...

Antonella ha detto...

@Stellavale: ciao Vale! una giornata così brutta per me vederti qui mi ha rincuorato . Un bacio

Antonella ha detto...

@Salina: ti ho messo tra i miei da leggere. Parleremo ancora . Come ti ho scritto da te cosa intendo per il sentimento di cui stiamo parlando. ( discorso fuori di testa ma spero che tu abbia capito)

Antonella ha detto...

@ Franco: lo so bene cosa significa per te.Baci
@tEmPhE: dovrò conoscere il tuo nome: un saluto caro

Antonella ha detto...

@Salina: come fai a dire che non c'è collegamento? Per " sentire" ci vuole molto cervello

Antonella ha detto...

@Roberto: Ti aspettavo qui

Maurone ha detto...

Sono felice di fare l'amore solo se mi sento desiderato.
In questo modo ogni cosa è pulita e sublime....

Antonella ha detto...

@Maurone: con parole semplicissime hai veramente centrato il punto cruciale.