lunedì 20 ottobre 2008

il mio cuore è altrove

Stavo andando avanti bene. Mi ero distratta. Mi interessavo delle cose pubbliche. Fino a che m'è preso di nuovo il morso allo stomaco e non m'ha più lasciato. Ho detto: " ma come?! " andavo così bene. Avevo appena cominciato a scherzare e anche a fare discorsi serissimi e impegnativi: di politica e società . Ma come?! sono ancora dietro al pulsare del mio sangue nelle vene? Mi sono ancora perduta nel sogno? Sono ancora qui che mi divincolo dalla disperazione per le cose da avere e non ottenute? Tutte queste banalità che non mi fanno respirare?! Sono in balia di nuovo di me stessa. Sono prigioniera . E' questo: prendetevi tutto ok, tutto. Credete che mi importi qualcosa delle vostre aspirazioni neglette? Ok , svuoto il portafoglio e la borsa e gli armadi. Ok tutto, tutto. Prendetevi tutto. Non mi interessa. Volete avere ragione? ok, prendetevela. Non sto neppure a discutere. Potreste mai portarvi qualcosa alla fine della vita di questi incarichi ridondanti, di questo prestigio effimero? Ho il cuore straziato. Punto. State tirando un sospiro di sollievo vero?. Pensate: ha finito di rompere con 'ste storie che ci rovinano l'immagine. Ah ! non sono io che la rovino. E poi sì, sono discontinua . Delle volte sì delle volte no. Non potreste uccidermi neppure volendo, il mio cuore è altrove.

3 commenti:

erre ha detto...

si sta bene in quell'alone di innmoramento..

Antonella ha detto...

Tutto dipende.. come dice la canzone

Il Conformista ha detto...

perchè ai stava parlando di amore?