giovedì 30 ottobre 2008

Ho paura


Eravamo in macchina e tu hai detto: " ho paura" ed io non l'ho capito perchè non ho mai paura .
O meglio non ho paura di vivere delle cose sconosciute. Per quanto male mi possano fare dopo. Così quando hai detto " Ho paura" sapevo che non avrei potuto dire nulla o fare nulla per fartela passare. Che saremmo stati separati e diversi. Non ci saremmo potuti incontrare. Tu avresti preso delle strade di cui sei assolutamente pratico. Sarebbero state strade rassicuranti. Avresti saputo esattamente cosa fare per il giorno dopo . Avrei,magari, voluto dirti che no, non c'era da avere paura ; che io personalmente sono molto affidabile anche se non lo do a vedere, che non sono e non sarei stata solo una femmina, ma altre cose. Avrei , magari, potuto dire che bisogna rischiare un poco che io patisco molto fermarmi e che nelle relazioni in generale bisogna procedere, ma questo era purtroppo un problema mio.
Eravamo in macchina e tu hai detto: " ho paura". Da allora non t'ho più visto. Da allora non ti ho mai rimpianto.


3 commenti:

Lanza ha detto...

Il coraggio e' l'arte di avere paura senza che gli altri se ne accorgano.O no?

Franco ha detto...

Forse è stato .... prudente?

Il Conformista ha detto...

Chi ha paura muore tutte le volte, chi ha coraggio una volta sola