domenica 19 ottobre 2008

E' un delitto.

Facciamocene una ragione: sarebbe stato un membro di una comitiva di gita aziendale anche piacione. Quello che durante il viaggio nel pulmann che ti porta al ristorante, ti racconta tutto sul macellaio e di quella volta che lo avevano beccato con l'amante. Sarebbe stato uno del paese che incontri nel centro mentre lui passeggia con la figlioletta e la moglie ingrugnita al seguito. Magari avresti detto: " simpatichino..."
Chi lo conosceva non poteva non essere al corrente dei suoi limiti. Ma perchè proporlo per amministrare la città ? (per quanto si trattasse di un paese piccolo e senza grandi velleità di crescita culturale ed economica...) Non so darmi pace per questo. Ci sono dei lavori che siamo capaci a fare ed altri no. Non c'è nulla di male. Non tutti hanno una voce da tenore, ma possono fare il chirurgo plastico in modo eccellente. Non concepisco questi sfizi a spese dei cittadini, caspita. Questo è il delitto. Se non mi ripari bene la caldaia io ti odierò anche se sei capace a raccontare le barzellette, capiscimi. Non è anche controproducente per te, caro John, che in questa città ci devi vivere ? Proponiti per ciò che sai fare. Che puoi imparare a fare, ma questo incarico non era alla tua altezza.
Disprezzi così tanto e la città e l'istituzione per esserti permesso di attardarti nel gioco dell'amministratore ? Hai fatto perdere del tempo a questa città che si è fermata per permetterti di trastullarti nel ruolo così divertente di quello che comanda . Non pensare che dopo tu possa tornare ad essere il ragazzone di paese che tanto piaceva ai bars COME SE NIENTE FOSSE SUCCESSO. . Durante il gioco hai inciampato sopra il puzzle e dobbiamo ricominciare tutto daccapo. Cavolo.

Nessun commento: