lunedì 22 settembre 2008

Non abbiate paura di me. Parlo d'amore.


Non abbiate paura di me. Io non ho le vostre aspirazioni. Viaggio in alto. Non mi vedete. Talvolta , invece, sono sotto i vostri piedi perchè precipito nella terra bagnata e mi confondo tra il fango e l'erba. In questi giorni, in questi giorni appunto. Ero totalmente nella merda. Mi dibattevo senza speranza. Sono affogata per un po'. Ero distratta . Non mi sono interessata ai vostri movimenti. Non siete nulla per me. Adesso , risalita un poco, ma ancora sporca di fango e di lacrime, adesso sono impegnata a recuperarmi. Ho comprato una specie di macchina recupero/tesori e mi sto cercando tra la melma putrida di questa strada. Mi troverò suppongo, prima o poi. Ma non ho fretta. Mi godo per adesso l'assenza di dolore. Sono sopravvissuta alle mie passioni e questo è stato un vero traguardo per me. Lasciatemi stare. Non chiamatemi alle vostre battaglie che non saranno mai le mie. Punto su argomenti di anima e sangue. Altra merce di scambio. Quindi ,se cercate tra le righe qualcosa che possa danneggiarvi, avete sbagliato portone. Qui si parla solo d'amore e di morte, insomma della vita eroica mica di politica.

4 commenti:

José ha detto...

Amor, felicidade, tristeza, desilusão, ódio e morte são o ADN da vida humana.
Um beijo para ti cara Amiga.
José

Antonella ha detto...

Olá amigo Josè
O que é melhor do que falar de amor e de fazer amor?
beijinho
Antonella

Pier ha detto...

Ma come si scrive su questo coso?

Tips ha detto...

caro pier, non è difficile! il difficile a volte è comprendere ciò che si legge!